Acquapendente, chiesa di Santa Vittoria momentaneamente chiusa al culto

0

 

ACQUAPENDENTE – La Chiesa di Santa Vittoria chiude momentaneamente i battenti al culto. Questa la decisione presa nella mattinata di Sabato dal Sindaco Angelo Ghinassi, dopo che il Parroco Don Enrico Castauro aveva tempestivamente comunicato che si erano allargate le crepe create dalle scosse telluriche di fine Maggio.

La situazione per il momento non appare troppo confortante. In attesa di ulteriori verifiche previste per l’inizio della prossima settimana che sicuramente potranno presentare chiarimenti più precisi, sembra a prima vista che i tempi che dovranno trascorrere prima della riapertura non saranno brevi. Lo stesso Parroco nelle cerimonia religiosa celebrata alle ore 18.00 presso la Chiesa di S.Agostino ha comunicato ai fedeli che servirà sicuramente uno sforzo economico da parte delle autorità competenti per attivare studio e progettazione appositi per superare il problema. La struttura mariana serrata precauzionalmente per garantire l’incolumità dei fedeli, è la più antica e principale struttura parrocchiale di Acquapendente. Costruita in stile gotico, venne rimaneggiata e completamente trasformata alle metà del XVIII secolo. Fù il Priore Don Giovanni Vitali a sue spese, ad ornarla con la statua lignea della Madonna del Fiore ricavata dal tronco, che ancora si conservava, da Giovanni Bulgarini da Piancastagnaio e dorata da un certo Bolletti di Città della Pieve nel 1566.

Numerose le opere pittoriche di bellezza incommensurabile: piccola immagine di gesso rappresentante S.Agnese, Statua in gesso di Sant’Emidio Vescovo e Martire, statua di Santa Vittoria donata dalla Famiglia Piccioni, cappella della Madonna di Pompei fatta costruire da Monsignor Giuseppe Maria Costantini, artistico altare opera dei Fratelli Bischerini di Perugia, cappella dell’Annunziata con tela attribuita al Professor Luigi Fontana.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.