Acquapendente, il sindaco Ghinassi ha presentato le linee programmatiche

0

 

ACQUAPENDENTE – Il neosindaco Angelo Ghinassi (foto) ha presentato ufficialmente in Consiglio Comunale le linee programmatiche che faranno da piloni portanti al proprio mandato :“ La nostra prima missione”, sottolinea, “sarà quello di fermare lo spopolamento demografico e giovanile.

Tutte le attività produttive sono in crisi ed in particolare la crisi si è accentuata negli ultimi tre anni. La prima azione da mettere in campo è quella della istituzione di uno sportello Europa al fine di attivare le attività della ricerca di fondi europei e regionali. Si deve anticipare la progettazione in termini compatibili con l’uscita dei bandi: è quindi necessaria una organizzazione di coordinamento all’interno del Comune. La seconda linea riguarda la creazione dell’incubatore per imprese giovanili. Occorre creare innovazione al processo di prodotto per accrescere la competitività. Intendiamo assumere un ruolo per sviluppare i talenti e le professionalità. Per creare un laboratorio e supportare idee con l’ausilio dell’Università della Tuscia e dell’Istituto Omnicomprensivo, tenuto conto che quest’ultimo può avviare un programma scuola-lavoro e corsi professionali di formazione a supporto delle start-up e corsi di tutoraggio da parte degli imprenditori. La manutenzione del territorio, comprese le Frazioni, verrà effettuata potenziando le squadre di operatori anche per esigenze minori ma non meno importanti.

In ordine della gestione del paese, l’idea è di renderlo più vivibile tramite un modello di efficienza con idee che provengano dalla società civile ed esperti attraverso la nomina di un urbanista con la collaborazione degli studi professionali di architettura locali. Sulla tassazione e sul turismo è prevista una operazione da rendere fattibile: il progetto “seconde case” per non residenti (anche stranieri esempio nord europei), considerando il patrimonio immobiliare presente e la crisi nel settore edilizio, con incentivi ed esenzioni sulla tassazione locale per chi acquista un immobile nel territorio in special modo nelle frazioni. Si dovrà rivedere il sistema trasporti ed il piano parcheggi con zone più flessibili (anche con abbonamenti e periodi di gratuità). Le strutture sociosanitarie riguardano oltre alla questione ospedale e le necessità di accordi di valutare la trasformazione in Residenza Sanitaria Assistita e le compatibilità economiche. Sull’argomento si è già svolto un incontro con il Capo di Gabinetto del Presidente Zingaretti. Sulla viabilità, a breve partiranno i lavori per risolvere in via provvisoria la questione dell’interruzione della strada Cassia verso Siena, La Regione Lazio metterà su strade circa 400 nuovi mezzi Cotral, ma taglierà reti minori che dovranno essere supportati da forme associate tra i Comuni. La questione rifiuti và effettuata migliorando i servizi, ma anche migliorando l’informazione e poi provvedendo a sanzionare i comportamenti non corretti. La questione acqua-Talete sarà affrontata nella considerazione che l’acqua è un bene pubblico fondamentale e pertanto non c’è alcuna preclusione e forme diverse di gestione salvo i limiti inderogabili di Legge. Sull’ambiente abbiamo detto nò alla geotermia che non produce occupazione ed ha un impatto ambientale che contrasta con l linee di sviluppo sostenibile del territorio nel campo turistico. Inoltre anche la Riserva Naturale Monte Rufeno deve diventare lei stessa un incubatore. Sulla macchina comunale si è avviato un percorso per la riorganizzazione degli Uffici e dei servizi attraverso il potenziamento del front-office, troppo frammentato, e non trascurando il back-office. Si dovrà cambiare e sviluppare la comunicazione web, anche come percorso per la fruizione del servizi. Infine, sugli impianti sportivi si provvederà a valutazione per garantire la maggiore fruibilità per tutti i cittadini ed una gestione più equa possibile”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.