Acquapendente, via alla legislatura del sindaco Ghinassi

0

 

ACQUAPENDENTE – Venerdì sera ha preso il via ufficialmente la legislatura del Sindaco Angelo Ghinassi. Di fronte ad una folla numerosa che ha seguito con attenzione le varie procedure si è svolto il primo consiglio Comunale.

 

Dopo aver esaminato le condizioni di eleggibilità e di compatibilità degli eletti è avvenuta la surroga dei consiglieri comunali che, diventando assessori, hanno lasciato ufficialmente il posto ai quattro non eletti nella lista elettorale vincente. Dopo aver prestato giuramento di osservare lealmente la costituzione, il Sindaco ha presentato ufficialmente la Giunta. Vicesindaco Mauro Bellavita che ricoprirà anche il ruolo di Assessore allo Sviluppo Economico. A Riccardo Crisanti l’Assessorato alle Politiche Giovanili. A Valeria Zannoni l’Assessorato alle Politiche Sociali ed a Sandra Pifferi l’Assessorato all’Urbanistica. Ricopriranno il ruolo di consiglieri di maggioranza Gabriella Brenci, Glauco Clementucci, Michele Franci, Martina Poppi, Lido Buzzico, Eva Manzi, Lara Mazzuoli, Andrea Occhione.

 

“Siamo qui”, sottolinea il neo primo cittadino, “per attivare un programma innovativo tanto nelle idee quanto nella modalità di realizzazione. Ma soprattutto per iniziare a gettare solidissime basi per creare un migliore futuro per le nuovo generazioni. Per giovani che non siano più costretti ad emigrare ma lavorare e vivere in un paese vivibile, attrattivo, pieno di servizi di qualità. La nostra amministrazione dovrà in maniera particolareggiata puntare su concetti quali efficienza e trasparenza. Dovrà essere vicina al cittadino. Non a caso il nostro prossimo passo concreto sarà quello di avviare questo specifico processo di partecipazione con la creazione di Commissioni che oltre a rappresentanti di maggioranza e minoranza comprendano personalità della società civile. Siamo convinti che per mettere in moto tutto questo saranno necessarie compattezza e coesione sociale. Solo in questa maniera potranno essere messe in moto le energie utili a trasformare Acquapendente in un centro propulsivo. Il primo a prendere la parola dagli scranni della minoranza è Francesco Luzzi che porterà avanti il lavoro assieme al consigliere Fabrizio Camilli. “Inizia questa sera il nostro lavoro”, sottolinea, “per promuovere idee in grado di salvaguardare questo paese da un processo di divisione e di disinteresse su molte questioni. Per risolvere problematiche importanti come quelle sanitarie (Ospedale e Casadi Riposo) queste barriere imperversanti di disgregamento devono essere immediatamente abbattute. Il nostro obiettivo sarà dare impulso con idee alla nostra storia, operando con rispetto, idee e regole. Vigilando quotidianamente affinchè la Giunta faccia lo stesso”.

 

A Luzzi fa eco la seconda minoranza rappresentata da Solange Manfredi e Barbara Belcari. “Siamo qui principalmente”, sottolinea la Manfredi, “per tutelare i diritti dei cittadini aquesiani. Non siamo qui per contrapporci, ma per dialogare. Seppur svolgendo il nostro ruolo di controllo sull’attività della Giunta. Attiveremo forme collaborative e metteremo a disposizione idee e progetti. Inerenti principalmente a due tematiche principali: ritorno di gestione pubblica dell’acqua ed Ospedale.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.