Ad Acquapendente il X Congresso italiano di Teriologia

0

ACQUAPENDENTE – Acquapendente ospiterà un confronto tra ricercatori, tecnici faunistici, esperti di gestione, appassionati ed istituzioni, sulle ricerche più avanzate e sulle problematiche di conservazione e gestione dei mammiferi in Italia.

 

Il tutto da Mercoledì 20 a Sabato 23 Aprile presso il Teatro Boni, nell’ambito del X Congresso italiano di Teriologia organizzato dall’Associazione Teriologica Italiana in collaborazione con Regione Lazio Agenzia Regionale Parchi, Riserva Naturale Monte Rufeno, Società Italiana di Ecopatologia della Fauna e Comune di Acquapendente. Spetterà a Piero Genovesi (Ispra) inaugurare la sessione dedicata ai mammiferi (ecologia, evoluzione e comportamento) con la relazione “Mammiferi alloctoni: andamenti, impatti, a scala mondiale e locale e strategie di risposta”. Seguirà una tavola rotonda sull’atlante italiano dei mammiferi verso una nuova vision che permetterà una migliore conoscenza della distribuzione delle specie.. La seconda sessione dedicata ai mammiferi, impatti eco patologici, antropici e gestione ruoterà attorno alla relazione di Sandro Loveri (Università di Siena) che affronterà tematiche relative allo stato sanitario delle popolazioni selvatiche. La terza sessione relativa a mammiferi alloctoni: impatti, controllo e mitigazioni verrà moderata da Fabio Mantovani (INFN ed Università degli Studi di Ferrara) che tratterà il tema Chernobyl ed il cinghiale: 30 anni di storia. Dopo il workshop su mammiferi e rete Natura 2000 che permetterà di favorire il dibattito in merito all’elaborazione di protocolli di monitoraggio standard, presentazione di un poster e apertura forno in Piazza. La quarta sessione relativa a tassononomia, monitoraggio e conservazione dei mammiferi ruoterà attorno alla relazione di Frank Zachos (Museo Storico Naturale di Vienna) in merito ad una corretta ed efficace strategia di conservazione. Il laboratorio di formazione sugli sciuridi alloctoni in collaborazione con Life-U- Savereds permetterà l’inizio di una formazione di operatori del settore e singoli cittadini per garantire l’implementazione dei sistemi di sorveglianza. Seguirà assemblea dei soci Associazione Teriologica e cena sociale con asta. La quarta sessione relativa a tassonomia, monitoraggio e conservazione dei mammiferi permetterà ai partecipanti importanti conoscenze biogeografiche de ecologiche della specie. Workshop finale su come fronteggiare le “bufale comunicative” sulla fauna.

 

Domenica 24 Aprile prevista gita sociale in collaborazione con la Riserva Naturale Monte Rufeno. Per qualificare ulteriormente l’evento gli organizzatori hanno costituiti due comitati. Di quello organizzativo fanno parte Adriano Martinoli, Stefania Mazzaracca, Marco Scalisi, Ivana Pizzol, Sergio Pieri, Alessandra Di Leo, Massimo Bedini, Massimo Bellavita, Nicola Ferrari, Mauro Ferri. Di quello scientifico Gaetano Aloise, Giovanni Amori, Marco Apollonio, Sandro Bertolino, Luigi Boitani, Ernesto Capanna, Dario Capizzi, Luciana Carotenuto, Roberto Chirichella, Carlo Citterio, Paolo Ciucci, Paolo Colangelo, Longino Contoli, Daniela D’Amico, Nicola Ferrari, Piero Genovesi, Vittorio Guberti, Valentina La Morgia, Anna Loy, Sandro Lovari, Adriano Martinoli, Maria Vittoria Mazzamuto, Stefania Mazzaracca, Andrea Monaco, Emiliano Mori, Daniele Paoloni, Damiano Preatoni, Claudia Romeo, Danilo Russo, Martina Spada, Lucas Wauters, Filippo Zibordi.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.