Alla Riserva Naturale Monte Rufeno 50 studenti forestali da tutta Europa

1

 

ACQUAPENDENTE – Giovedì 19 Maggio il casale Podernuovo (Riserva Naturale Monte Rufeno), ospiterà una giornata nell’ambito del progetto internazionale SERM (Southern European Regional Metting) che ruoterà attorno all’Assemblea annuale più importante delle Associazioni dell’Europa Centrale e Meridionale aderenti ad IFSA (International Forestry Studenti’s Association) alla quale parteciperanno circa 50 studenti forestali da tutta l’Europa.

 

In programma da Lunedì 16 a Venerdì 27 Maggio con organizzazione da parte delle sedi AUSF di Viterbo, Firenze, Napoli sotto la supervisione di AUSF Italia, l’appuntamento aquesiano gestito logisticamente dalla Associazione “Il vento soffia ancora”, vedrà dalle ore 09.00 alle ore 10.30 una presentazione in lingua inglese inerentemente la Riserva Naturale Monte Rufeno (inquadramento, storia, piano di assestamento), con una particolare attenzione alla conservazione della biodiversità. Dalle ore 12.30 alle ore 17.00 prevista escursione dal casale fino al Bosco del Sasseto. Prima della tappa aquesiana. L’evento nella giornata di Martedì 17 avrà la sua inaugurazione ufficiale presso la Riserva Naturale Statale Biogenetica di Vallombrosa (Firenze).

 

Si terrà per l’occasione una conferenza storica sulla Facoltà di Scienze Forestali (dalla tecniche di forestazione applicate dai monaci Benedettini per arrivare alla nascita dei primi corsi di laurea in Scienze Forestali. Dopo un escursione all’interno della Riserva con presentazione dei progetti di gestione territoriale, previsto workshop di fotografia naturalistica. Mercoledì 18 prevista visita al giardino botanico di Vallombrosa e realizzazione di aree di sperimentazione forestale. Per l’occasione verrà presentata l’Associazione Internazionale degli studenti forestali e la strutturazione delle loro attività Escursione poi al Centro Didattico del Paradisino ospitante studenti universitari in Scienze Forestali. Dopo l’appuntamento aquesiano trasferimento Venerdì 20 Maggio a Viterbo dove avverrà la presentazione tanto del Dipartimento di ricerca Facoltà Scienze Forestali Università di Viterbo quanto delle caratterizzazione forestali e boschive del territorio. Infine visita alla faggeta di Soriano sul Cimino patrimonio mondiale dell’Unesco ed ai boschi circostanti il Monte Veenere. Sabato 21, arrivo al parco della Maiella nella valle dell’Orfento. Previsto Convegno per descrivere i sistemi progettuali della Riserva Naturale ed i piani di protezione per evitare rischi di estinzione di tutte le forme di vita forestali. Domenica 22 prevista escursione alla Riserva Naturale Abetina di Rosello e visita al Museo Naturalistico. Prevista conferenza introduttiva sulla storia, l’ecologia e l’importanza della salvaguardia di biodiversità quale l’abete argentato. Workshop finale sulla gestione dei piani di salvaguardia biodiversità.

 

Lunedì 23 Maggio arrivo a Portici e conferenza di presentazione riguardante l’ area forestale limitrofa al vulcano Vesuvio, il Palazzo Reale ed il parco contenente l’orto botanico che prende il nome del botanico italiano “Giovanni Gussone”. Prevista visita al Museo di Ercolano ed alla Facoltà di Scienze Agricole all’interno di esso. Dopo la visita ai giardini botanici, previsto workshop sui corsi di Scienze Forestali presenti nelle Università europee. In carnet escursione notturna. Martedì 24, prevista escursione al Parco Nazionale del Vesuvio con conferenza per analizzare i progetti di rimboschimento del pino nero. Mercoledì 25, visita alla baia di Amalfi, al vallone delle Ferriere ed al sentiero degli Dei. Workshop su tradizioni territoriali collegate alla cucina, all’arte ed alla cultura. Giovedì 26, infine, visita a Punta Licosa ed alle foreste di pino che la costeggiano. Workshop IFSA, infine, con preselezione per l’individuazione dei rappresentanti regionali che faranno parte del progetto SERM. La giornata si chiuderà con un asta. Venerdì 27 fine Convegno e partenza da Napoli.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.