Calcio, finisce in parità il derby amichevole tra Vigor Acquapendente e Polisportiva Cimini

0

 

ACQUAPENDENTE – Due squadre a corto di preparazione ma che hanno già nel loro Dna la voglia e la caparbietà di due allenatori in grado di promuovere tattica e tecnica con capacità e passione. Potrebbe racchiudersi in questa semplice frase il derby amichevole finito in parità (2-2 il risultato finale) tra Polisportiva Vigor Acquapendente e Polisportiva Cimini in una mattinata dalla buona escursione termica.

“Abbiamo iniziato la preparazione solo da pochissimi giorni”, ci confida il Tecnico cimino Stefano del Canuto, “ma abbiamo comunque giocato novanta minuti davvero carini. Seppur non avendo ancora una condizione fisica accettabile, i miei ragazzi hanno dimostrato di tenere il campo con bellissimo impegno. E sono davvero soddisfattissimo tanto del gioco quanto del risultato perché affrontavamo per l’occasione una formazione di Categoria superiore che da circa tre anni lotta sempre nei quartieri alti della classifica di Eccellenza.

Soprattutto nel primo tempo la squadra non si è mossa in maniera armonica come voglio io, ma poi pian pianino hanno trasformato la situazione tanto che posso definire questo primo test con un giudizio comunque buono”. Lazzarini e Giurato i marcatori in casa cimina. “Sono contento per loro”, sottolinea il Tecnico. “E spero che questi due reti possano renderli ancora più consapevoli dell’importanza che ha la loro posizione in campo in questo undici”. A pochi giorni dalla bella prova contro la corrazzata Pianese, la Polisportiva Vigor Acquapendente manda in archivio un test-match in grado di fornire al Tecnico Enrico Broccatelli importanti indicazioni per il lavoro futuro. “Dopo solo venti allenamenti effettuati”, sottolinea il Direttore Sportivo Giuseppe Olimpieri, “posso ritenermi soddisfatto di come la squadra si è espressa in campo. Seppur evidenti le criticità causate dai carichi di lavoro a cui la squadra è stata sottoposta, iniziano a vedersi trame e velocità di gioco”.

Alcune cose da rivedere come avvenuto in occasione del primo goal. “Abbiamo subito la prima rete da palla inattiva visto. E sulla sfera che proveniva da calcio d’angolo con sicuramente intensità ed attenzione maggiore la nostra difesa poteva fare molto meglio. Sono comunque convinto che una volta superata la fase di rodaggio e con una condizione atletica migliore in futuro queste problematiche potrebbero essere superate”. Le azioni che hanno dato il la alle reti di Matteo Palombi ed al colpo di testa vincente di Nuzzo rendono felice il Direttore Sportivo. “Perché hanno avuto inizio da belle giocate che dimostrano come la squadra pian pianino stà assimilando le intenzioni-gioco del nuovo Tecnico”.

Dopo quattro giorni di allenamento, gli aquesiani scenderanno in campo nuovamente Giovedì 18. Si alzerà ulteriormente l’asticella difficoltà, visto che si recheranno sul difficile terreno di gioco di Monterosi. “Affronteremo una formazione che si appresta a disputare il Campionato di Serie D”, sottolinea Olimpieri. “E sarà stuzzicante occasione per osservare i progressi dei ragazzi”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.