“Lista civica Città solidale, dieci anni di risultati”

0

 

ACQUAPENDENTE – Il Sindaco di Acquapendente Alberto Bambini presenta ufficialmente in una dettagliata brochure di 30 pagine i risultati ottenuti dalla lista civica “Città solidale” nel decennio 2006-2016. “Durante i miei due mandati”, sottolinea nella allegata lettera di commiato rivolta a tutta la cittadinanza, abbiamo ottenuto principalmente sette obiettivi significativi:

 

1) Investimenti per interventi di messa in sicurezza ristrutturazione ed efficientamento energetico scuole con realizzazione asilo nido intercomunale e progetti già finanziati ristrutturazione palestra Scuola Media, sistemazione spazi esterni, scuola dell’infanzia ed asilo nido; 2) Riapertura dell’Ospedale; 3) Difesa dell’ambiente insieme ai cittadini, ai comitati, ai Comuni del territorio; 4) Via Francigena creazione progetto “Gerusalemme d’Europa”; 5) Torre Alfina “Borghi più belli d’Italia”, bosco del Sasseto, riapertura del castello e difesa dell’altopiano dell’Alfina; 6) Consolidamento della rupe di Trevinano e rifacimento Via Bourbon del Monte e Belvedere; 7) Copavit chiusura filiera della patata. Il tutto durante un mandato avuto con percentuali di consenso importanti. E’ stato un periodo di cambiamenti epocali sia dal punto di vista politico sia della evoluzione istituzionale, sia dei tagli ai trasferimenti ai Comuni. Anni in cui oltre la crisi politica, forte è stata anche quella economica che ha colpito come tutti anche la Nostra Città. Mi sono avventurato in questa bella, affascinante e dura esperienza completamente neofita della macchina amministrativa e molte volte ho pensato che uno dei risultati più importanti sia stato quello di non essere “fuggito”, ma di aver resistito anche quando per troppe volte mi sono sentito solo (come succede probabilmente a tutti gli Amministratori nel momento di prendere decisioni importanti), quando fare una scelta piuttosto che un’altra ha significato o poteva significare posti di lavoro spesso di persone che si conoscono bene, discussioni con amici, rapporti interpersonali che entrano in contrasto, la consapevolezza che da una scelta amministrativa c’è sempre una conseguenza. Ci tengo però a sottolineare che ho cercato di svolgere il mio mandato sempre con il massimo impegno, con la massima disponibilità, mettendomi a disposizione ed al servizio della mia Città senza il minimo interesse personale mettendo al primo posto l’interesse della collettività. Credo che il bilancio di questi dieci anni sia un bilancio positivo dove molti degli impegni presi con i cittadini siano stati rispettati. Sicuramente molti sono stati gli errori commessi (sempre in buona fede) e diverse anche le promesse non mantenute ma in ogni caso ho sempre messo la faccia e preso le mie responsabilità. Ringrazio i cittadini, le associazioni, i volontari, la parrocchia, gli operatori economici e quanti in questi anni hanno collaborato con l’Amministrazione Comunale per rendere migliore la Nostra Città. Approfitto anche per ringraziare i dipendenti e gli operai comunali per la disponibilità e la collaborazione sempre dimostrata. Ringrazio infine i consiglieri.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.