“Una lista civica per reagire al declino in cui versa Acquapendente”

0

ACQUAPENDENTE – “L’associazione politico-culturale Le Campanelle nata ad Acquapendente, oltre un anno fa, è una aggregazione di cittadini che si mettono al servizio della propria comunità, convinti che il governo delle “città” debba interpretare non una sola “parte” della cittadinanza, ma l’intera popolazione e che l’unico modo sia quello di lavorare insieme attraverso una politica del “proporre” anziché del “contrapporre”.

 

Pertanto abbiamo deciso di presentare una lista civica alle prossime elezioni amministrative comunali con l’unico scopo di aiutare la nostra città a reagire al declino in cui versa da troppo tempo. Vogliamo fare tutto questo fuori dagli schieramenti partitici che fino ad oggi hanno portato solo divisioni all’interno della comunità aquesiana.

 

Con la sola forza della volontà e delle idee, armati di buon senso e onestà intellettuale, ci poniamo l’obiettivo di riportare la città ad essere un punto di riferimento per un territorio vasto che guarda oltre i confini regionali. Vogliamo che Acquapendente sia di nuovo una città attrattiva in cui possa essere arginato il calo demografico e incrementata l’occupazione.

 

La nostra associazione e quindi la lista a cui stiamo lavorando sarà aperta a tutti coloro che hanno a cuore il futuro del proprio paese e che condividono i nostri programmi, senza distinzione di sesso, credo politico o religioso, ceto sociale. Secondo noi tutti possono diventare padroni del proprio futuro purchè lo vogliano. La nostra è una sfida civica vera che lanciamo ai nostri concittadini per riprenderci la città e decidere insieme il nostro futuro e quello dei nostri giovani.

 

La città ha bisogno di cittadini attivi, responsabili e solidali: la certezza è che le persone sono portatrici non solo di bisogni ma anche di capacità e che è possibile che queste capacità siano messe a disposizione dell’intera comunità.

 

Candidiamo a Sindaco Francesco Luzzi (foto), che dall’inizio ha creduto nel nostro progetto. È un uomo della nostra terra che gli aquesiani conoscono e stimano ed è con lui che vogliamo creare una città migliore, intraprendendo un’esperienza amministrativa con l’appoggio costante dell’associazione e di chi insieme a noi vorrà contribuire a questo percorso.

 

Ci poniamo obiettivi che vanno anche al di là della normale attività di un amministrazione comunale perché riteniamo che questo sia il momento di farlo. Sono molte le persone che hanno partecipato alle nostre attività nell’ultimo anno ed è stata questa passione civica che ci ha dato il coraggio di porci un traguardo più ambizioso perché solo così possiamo ritornare ad essere l’Acquapendente che dovremmo essere.

 

Trasparenza, rispetto delle regole ed impegno civico saranno alla base del nostro lavoro.

 

Mentre tutti intorno continuano a spacciare per nuovo, un nuovo che è ormai logoro e usato, nelle persone, nelle idee e nelle azioni, vogliamo ritrovare il cuore della città per chi come noi la città ce l’ha nel cuore.

 

Vi aspettiamo numerosi alle nostre iniziative in cui il confronto e il contributo in idee ed entusiasmo sarà sempre ben accetto”.

 

Associazione “Le Campanelle”

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.