Teatro Boni, concluso il Festival del Teatro Sociale

0

 

ACQUAPENDENTE – Si è conclusa al Teatro Boni di Acquapendente la diciottesima edizione del Festival del Teatro Sociale “Proscenio Aggettante”, organizzato dalla Fitel (Federazione italiana tempo libero) nazionale.

Una settimana all’insegna del teatro per promuovere e valorizzare la cultura teatrale come mezzo per stimolare la creatività, l’integrazione, la partecipazione e per creare uno scambio di idee. Un’edizione che ha visto in scena quattro proposte diverse di fare teatro, valutate da una giuria di qualità presieduta da Gianna Paola Scaffidi, attrice di sensibilità ed eleganza, Giancarlo Corsoni, autore teatrale, Davide Pompei Giornalista, Paola Serafinelli dell’associazione Te.Bo. La serata, presentata dalla simpatica e professionale Cristina Carbotti, giornalista Rai, ha visto anche la partecipazione straordinaria di Barbara De Rossi e Francesco Branchetti, che hanno presentato la loro nuova produzione teatrale che verrà proposta nella corso della prossima stagione del Teatro Boni.

Nell’ambito della kermesse va sottolineato il risultato della compagnia Eta Beta Teatro di Viterbo, che con “L’età del caos” ha portato a casa ben tre riconoscimenti: miglior regia e migliori scene a Sandro Nardi e il Premio Maurizio Duiz agli attori giovani più promettenti: Chiara Avanzato, Giulia Bizzarri, Lorenzo Bracone, Miranda Capocecera, Michele Donati, Flaminia Fanti Adriana Floris, Enrico Giannisi, Beatrice Graziotti, Linda Ibra, Samantha La Rosa, Daniele Paccosi, Giulia Palozzi, Matteo Ridolfi, Federico Sangiusti, Sara Selvi, Ilaria Veralli, Arianna Villetti.

Questi gli altri riconoscimenti. Menzione speciale: per l’episodio “L’orso” dello spettacolo “Nel mirino di Cechov, colpi di passione” dell’Associazione Gruppo Arte e Cultura (Fitel Piemonte). Costumi: alla compagnia teatrale I Bumburisti (Fitel Emilia-Romagna) per lo spettacolo “Come i topi in trappola”. Attore non protagonista: Cristian Oltrecolli per lo spettacolo “Come i topi in trappola” presentato dalla compagnia teatrale I Bumburisti (Fitel Emilia-Romagna). Attrice non protagonista: Dolma Dragonero per lo spettacolo “Nel mirino di Cechov, colpi di passione” presentato dall’Associazione Gruppo Arte e Cultura (Fitel Piemonte). Attore protagonista: Lucio Piezzo per il ruolo di Carlo nello spettacolo “Chiove” di Pau Mirò presentato dalla compagnia ’A chiave e’ ll’acqua (Fitel Campania). Attrice protagonista: Simona Tremante per il ruolo di Lali nello spettacolo “Chiove” di Pau Mirò presentato dalla compagnia ’A chiave e’ ll’acqua (Fitel Campania). Miglior regia: Sandro Nardi per lo spettacolo “L’età del caos” presentato dalla compagnia Eta Beta Teatro – Asl Viterbo Dipartimento materno infantile (Fitel Lazio). Premio speciale Fitel vincitore della rassegna: spettacolo “Chiove” di Pau Mirò presentato dalla compagnia ’A chiave e’ ll’acqua (Fitel Campania).

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.