Anche per Fido arriva il freddo, non facciamoci trovare impreparati

0

VITERBO – Il freddo dell’inverno può essere duro e deleterio sui nostri cani al pari di quanto non lo sia su di noi. Di sovente dimentichiamo che i nostri amici pelosi devono trovarsi sempre al riparo dal cattivo tempo invernale.

 

A meno che voi non possediate un cane nordico, come ad esempio un Husky o un Malamute, sappiate che la maggior parte dei cani non può trascorrere molto tempo all’aria aperta con il freddo intenso. Tuttavia, l’inverno può essere un momento di divertimento per voi e il vostro cane fino a quando si assumono le necessarie precauzioni.

 

Ecco alcuni preziosi consigli per voi ed il vostro cucciolo durante i mesi freddi.

 

• Innanzi tutto sarà bene far fare al vostro cane una bella visita dal veterinario per assicurarvi che esso non abbia problemi evidenti di salute che lo rendano più vulnerabile al freddo.

 

• Limitare il tempo che il cane impegna all’esterno quando fa particolarmente freddo. Una buona regola è quella di uscire con loro e quando si è pronti a rientrare fargli trovare un ambiente caldo e dei panni asciutti. Se esso deve rimanere all’aperto per un periodo significativo di tempo, assicurarsi di fornirgli un ambiente caldo, un rifugio isolato sempre con panni asciutti. Per un maggiore tepore in ambienti particolarmente freddi, non guasterà una bottiglia di acqua calda avvolta in un asciugamano, in modo che non lo bruci, collocata nel suo giaciglio o nella sua cuccia.

 

• La maggior parte dei cani a pelo lungo può trascorrere più tempo fuori rispetto alle razze a pelo corto, ma ricordate sempre che i cani più piccoli, anche se hanno la pelliccia lunga, avvertiranno il freddo più intensamente rispetto ai cani più grandi. Importante anche considerare che le condizioni mediche come il diabete, le malattie cardiache, le malattie renali, e gli squilibri ormonali, possono compromettere la capacità che possiede un cane di regolare la sua temperatura corporea, per cui, un cane che non è in buona salute non dovrebbe mai rimanere al di fuori per molto tempo. Viene da solo che cuccioli e cani anziani sono più vulnerabili al freddo. Di fatto, al di la’ della sua salute, il cane non dovrebbe mai rimanere al di fuori una quantità illimitata di tempo quando la temperatura si trova al di sotto dello zero, ma è sempre consigliato di alternare solo brevi periodi.

 

• Guardate con attenzione il vostro cane che staziona nel garage, in quanto esso sarà notevolmente attratto dal gusto dolciastro ed invitante del liquido antigelo della vostra auto, appetibile ma altamente tossico tanto da poterlo uccidere in pochi minuti.

 

• Se possedete una piscina piena anche in inverno, o una pozza d’acqua per pesci, cercate di essere molto cauti nel lasciare il vostro cane sciolto e senza guinzaglio. Anche se di solito l’acqua gelata non lo attira, esso potrebbe comunque scivolare o gettarsi di sua scelta, ed in men che non si dica la bassa temperatura potrebbe rendere le sue articolazioni e la sua muscolatura, rigide come sassi, impedendogli sicuramente di tornare sulla terra ferma e di conseguenza ucciderlo. Assicurarsi quindi di mantenere il nostro cane vicino a noi in ogni momento.

 

• Il caloroso fuoco del camino o il calore rilassante proveniente da una stufetta, sono molto attraenti per il nostro cane. Tenetelo però strettamente d’occhio e assicuratevi che accidentalmente non si bruci la coda o le zampe. Non lasciate quindi il cane incustodito in una stanza con una stufetta, perchè nel peggiore dei casi, se pur involontariamente, esso potrebbe appiccare il fuoco alla vostra casa.

 

• In caso di uscite con il ghiaccio, i cani possono catturare fra le loro zampe, salgemma non alimentare e trattamenti chimici pericolosi. Per ridurre al minimo i danni, pulirli sempre con un panno caldo quando si arriva a casa, per impedirgli di leccarsi ed assumere cose sgradite.

 

• Il cane, con il freddo intenso, può divenire molto intraprendente nella ricerca di un riparo caldo. Riesce talvolta a scavare nella neve, nascondersi in pericolosi pozzi, salire in un cassonetto o entrare in una cantina buia, luoghi questi, che possono facilmente trasformarsi in trappole. Anche in questo caso è consigliabile osservarli da vicino mentre sono sciolti e fornire loro comunque sempre un riparo facilmente accessibile.

 

• E’ sempre bene posizionare la sua ciotola dell’acqua in un posto caldo e coperto, ma, nell’impossibilità, assicurarsi sempre e comunque che essa non sia congelata. In caso contrario, il cane non esiterà a bere da pozzanghere, grondaie, o bidoni, fonti che possono facilmente essere contaminate da olio, antigelo, detergenti per la casa, o altri prodotti chimici dannosi.

 

• Ricordatevi sempre di avere maggiori attenzioni in inverno per i cani anziani. Il freddo può rendere le loro articolazioni estremamente rigide, rendendoli più fragili ed esposti del solito.

 

• Se vorrete mettere un cappottino o un maglione al vostro cane nei periodi particolarmente freddi, non sarà di certo un errore, proteggergli i polmoni può talvolta rivelarsi appropriato, ma ricordate sempre che i cani perdono la maggior parte del loro calore corporeo dalle pastiglie dei loro piedi, dalle orecchie, e dal loro tratto respiratorio.

 

Leonardo De Angeli

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.