Arriva il Natale, rendiamolo gradevole anche per il nostro cane

0

VITERBO – Ci troviamo alla vigilia delle tanto attese festività natalizie. Vi consiglio di leggere quanto segue per evitare che le nostre giornate più belle si trasformino in incubi per il nostro migliore amico peloso. In fondo, chi può resistere a quei grandi occhi marroni che ti fissano supplicanti? Può una piccola ricompensa passata dal nostro tavolo fare davvero tanto male al nostro cane? Beh, questo dipende da quello che gli stiamo propinando e da ciò che in esso è contenuto. Alcuni alimenti sono davvero molto pericolosi per loro e alcuni addirittura mortali.

 

Molti “veleni” che stazionano comunemente nei nostri migliori piatti, sono deleteri per i cani, ma spesso noi li somministriamo convinti di far loro del bene o addirittura piacere.

 

Cominciamo con i più pericolosi e nel contempo più comuni:

 

Cipolle e aglio in tutte le forme – in polvere, crudi, cotti, o disidratati, possono distruggere i globuli rossi di un cane e portarlo rapidamente all’anemia. Questo può accadere anche con la polvere di cipolla che si trova in alcuni alimenti per l’infanzia. Una piccola dose occasionale è probabilmente poco tossica, ma, per loro, mangiarne una grande quantità solo una volta o mangiare piccole quantità regolarmente, può causare un grave avvelenamento. I sintomi dell’anemia sono spesso debolezza, vomito, poco interesse per il cibo, ottusità e mancanza di respiro.

 

Uva e uva passa – anche se non è ancora molto chiaro il motivo, possono causare insufficienza renale grave. Non somministratela mai al vostro cane, perché a volte anche una piccola quantità può farlo ammalare. Il vomito ripetuto sarà un segno di individuazione. Nel giro di un solo giorno diventerà letargico e depresso. La migliore prevenzione è mantenere uva e uvetta fuori dai luoghi che il vostro cane può raggiungere, e soprattutto non dare mai all’animale pezzi del nostro panettone.

 

Spesso si può essere tentati di condividere il cono gelato con il nostro cane. Ma se solo potesse, vi ringrazierebbe di certo per non averlo fatto. Latte e prodotti a base di latte, possono causargli diarrea e altri disturbi digestivi e, anche se meno di sovente, allergie alimentari (che spesso si manifestano sotto forma di prurito).

 

Noci: I cani non devono assolutamente mangiare noci o alimenti che le contengono, perché esse possono essergli fatali. Bastano infatti sei sole noci per provocargli atroci dolori e gravi malattie. I sintomi di avvelenamento includono tremori muscolari, debolezza o paralisi degli arti posteriori, vomito, elevata temperatura corporea, e battito cardiaco accelerato.

 

Cioccolato: la maggior parte delle persone, fortunatamente, sa che il cioccolato è uno dei peggiori mali per i cani. La parte tossica è la teobromina contenuta in tutti i tipi di cioccolato, anche bianco. I tipi più pericolosi sono quello fondente e quello senza zucchero. Mangiarlo o anche solo leccarlo, può causare in un cane vomito, diarrea ed eccessiva secchezza delle fauci. Può anche causare ritmo anormale del cuore, tremori, convulsioni e morte.

 

Gli avanzi della tavola di Natale spesso riservano ossa di pollo o di volatili in genere. Entrambi sono enormemente pericolosi per i cani; anche se sembra naturale dare ad un cane un osso, bisogna sempre tenere presente che con esso lui può soffocare, può essere vittima di pericolosi tagli allo stomaco o all’intestino a causa di una sola scheggia o essere vittima di un ostacolo del sistema digestivo. Sarà bene quindi sparecchiare immediatamente la tavola non appena ultimato il pasto e soprattutto nascondere in posti sicuri il secchio della spazzatura.

 

Leonardo De Angeli

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.