Bamby, storia di un giovane capriolo che vuole vivere

0

 

ORTE – Bamby, non certo originale ma particolarmente rappresentativo è il nome del capriolo in foto, investito da un auto nella notte del 9 Agosto nei pressi di Orte, prontamente soccorso e curato presso un ambulatorio veterinario del luogo, ha voluto lottare per la sua vita sino in fondo; ha riportato una brutta frattura esposta della zampa anteriore, ma nonostante questo, incurante dell’enorme dolore, ha continuato a camminare senza perdersi d’animo per tutto lo studio medico con una tranquillità disarmante, ha inoltre coraggiosamente evitato le frequenti e pericolosissime crisi cardiache mortali dovute a stress e paure delle quali cadono vittime i caprioli venendo in contatto con gli umani.

Dal canto mio, penso di dovermi ritenere particolarmente fortunato per aver avuto modo di fate la sua conoscenza, aver giocato con lui ed inoltre, di averlo avuto “ospite” nella mia ambulanza per i suoi spostamenti sanitari. Non mi sento certo di nascondere che contribuire a salvare la vita a Bamby è stata una delle mie più grandi gioie animaliste, condivisa senza dubbio con gli attori di questo miracolo, il Consigliere Provinciale Elpidio Micci, l’assessore del Comune di Orte Daniele Proietti, il sindaco Angelo Giuliani e la giornalista Tiziana Mancinelli in veste di volontaria.

Bamby, ora attonito spettatore al centro di una raccapricciante bagarre politica di totale disinteresse, è stato da me personalmente accompagnato in un rifugio sicuro ed estremamente segreto indicato dal Comune di Orte, dove, al riparo da doppiette senza cervello e cuochi psicopatici, potrà recuperare la zampa e le forze, amorevolmente coccolato da veterinari e volontari, ed infine, spero di poter essere ancora io ad accompagnarlo a fine cura, nell’esatto posto dove è stato investito, per vederlo riconquistare la libertà e l’affetto della sua eventuale famiglia.

Leonardo De Angeli

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.