Cani e bambini, un connubio indissolubile

2

 

VITERBO – Quando si parla di cani da famiglia, bisogna sempre tenere presente la presenza o meno dei bambini, sia per la salvaguardia della loro incolumità, che per la loro innata capacità di creare rumore e confusione. Per questo motivo, la scelta dovrà sempre ricadere su di un cane docile e soprattutto paziente, pronto a subire gli eventuali e innocenti fastidi provocati dai pargoli di casa. Di seguito la classifica dei migliori cani da affiancare a un bambino, con delle presenze assolutamente sorprendenti che sconfesseranno alcuni tristi stereotipi sul mondo canino.

Golden Retriever: nonostante la stazza grandicella, il Golden Retriver viene eletto senza ombra di dubbio come il cane migliore per accudire i bambini. Sempre leale e mai aggressivo, adora giocare a lungo e le interminabili corse al parco. Inoltre, pare avere l’innata capacità di prevedere quando i bimbi si stanno mettendo in pericolo, intervenendo prima di spiacevoli conseguenze;

Labrador: da sempre considerato il cane di famiglia per antonomasia, il Labrador è paziente, dolce, docile e decisamente affine ai simpatici giochi dei più piccoli. Per sua natura è sempre pronto al divertimento, quindi la sua voglia di correre e giocare di continuo per alcuni potrebbe essere lievemente sfiancante;

Boxer: ingiustamente definito come un cane aggressivo, chi ha avuto l’occasione di passare del tempo con un Boxer ben avrà compreso come si tratti dell’esatto contrario. Amante delle lunghe coccole, simpatico nel suo andare trotterellante, il Boxer è perfetto per famiglie e bambini molto calmi, con cui crea un legame intimo indissolubile;

Setter Irlandese: estremamente leale, amante della compagnia delle persone e fisicamente molto attivo, il Setter Irlandese è il cane perfetto per tutti i bimbi energici e instancabili;

Bracco Ungherese : una razza non famosissima, ma caratterizzata da una lealtà e un affetto incredibili verso gli umani. Perfetto sia come compagno di gioco che come amico d’infanzia di un bambino, l’ideale per chi si approccia agli animali domestici per la prima volta;

Terranova: è da sempre chiamato il “cane babysitter“, per la sua capacità innata di andare d’amore e d’accordo con i piccoli. Non si conquista la prima posizione del podio, però, perché la sua stazza lo rende un cane non adatto a tutte le situazioni familiari, soprattutto in città e in piccoli appartamenti;

Collie: chi non si ricorda Lessie, il Collie più amato dai pargoli? Un animale perfetto per insegnare ai più piccoli il senso di responsabilità, per unire con amore tutti i membri di una famiglia e per lunghe giornate di gioco all’aperto. Perfetto per chi può disporre di un ampio giardino;

Bull Terrier: nonostante l’aspetto e l’ingiusto stereotipo di cane pericoloso, il Bull Terrier è capace di grande amore se educato già dalla nascita alla presenza degli umani. Si tratta della specie consigliata dagli esperti per bambini caotici o aggressivi, data la sua innata capacità di sopportare fastidi e dolore;

Beagle: un cane allegro, buffo, affettuoso e leale. Farà sicuramente breccia nel cuore di tutti i bambini, ma la sua delicatezza richiede cure continue a partire dal suo manto. Ottimo per alimentare il senso di responsabilità di tutta la famiglia;

Barboncino: un cane noto per la sua eleganza, il Barboncino è estremamente intelligente e molto paziente. Oltre ad apprezzare naturalmente la compagnia dei più piccoli, è un animale istruttivo: la necessità di curare di continuo il suo manto, infatti, obbliga anche i più piccoli al senso di responsabilità;

Commenta con il tuo account Facebook
Share.