Cosa può fare un cane per un bambino autistico

1

VITERBO – Il cane da assistenza al bambino con problemi di autismo ha una preparazione unica al mondo. A differenza del cane guida che aiuta espletando per lo più compiti fisici, il cane da assistenza autismo si prende molta più cura del supporto emotivo.

 

Semplicemente con la sua presenza, per il solo fatto di essere lì e di essere un compagno solido e rassicurante, può contribuire ad alleviare un sovraccarico sensoriale, pericolo costante per le persone affette da questa patologia. I soggetti affetti da autismo, sono spesso in grado di filtrare gli input sensoriali, queste persone sentono, vedono ed odorano tutto e di solito sono in grado di ignorare o reindirizzare in modo anomalo questi stimoli. Mettendo un cane al loro fianco si possono notevolmente aiutare, dando loro un punto fisso di riferimento, o un modo per mettere meglio a fuoco le loro casuali esperienze ambientali.

 

Inoltre, la maggior parte dei bambini con autismo non ha il concetto di tutela personale e, per questo motivo, non può passeggiare all’aria aperta o in mezzo al traffico. Il cane da assistenza ha una capacità molto speciale per aiutarli. L’animale guiderà i passi del bambino quasi al pari di un cane guida per non vedenti e saprà contrastare, per mezzo di una semplice cintura che li unisce, i scatti repentini del bambino.

 

La gentilezza e la dolcezza del cane da assistenza autismo aiuterà il bambino ad essere più tollerante in presenza di forti rumori, paure o situazioni che potrebbero di fatto scatenare crisi convulsive. I cani possono essere inoltre addestrati ad usare il loro magico intervento per inibire, sin dai primi momenti, i pericolosissimi comportamenti autolesivi.

 

L’American Disabilities Act afferma semplicemente che una persona con una disabilità che limita sostanzialmente una o più attività principali della vita, potendo beneficiare di un cane di servizio addestrato a svolgere compiti per limitare tali disabilità sociali, emozionali e di assistenza, vedrà tranquillamente aumentata di oltre il 50% la qualità della sua vita.

 

I cani da assistenza addestrati possono essere quindi il legame tra un bambino con autismo e il mondo che lo circonda. Con il suo amore incondizionato e pazienza intrinseca, un cane guida può indubbiamente donare molto più supporto di qualsiasi umano con cui possa interagire.

 

La domanda per i cani di servizi specializzati per l’autismo è in rapida crescita. Questi cani vanno dappertutto con i loro destinatari per aiutare i bambini in tutte le attività, compresa la scuola. Inutile dire che ai cani è consentito l’accesso in tutti i luoghi pubblici, che devono, dal loro canto, obbligatoriamente consentire l’accesso. E ‘inoltre importante ricordare che, l’inserimento in famiglia di un cane di servizio, non farà di lui un semplice animale domestico da compagnia, ma bensì un membro di fiducia della famiglia stessa e che attraverso questo rapporto, si instauri un rispetto e un affetto atto ad un reciproco sviluppo.

 

Leonardo De Angeli

Commenta con il tuo account Facebook
Share.