L’artrite, un problema invernale che il nostro cane può tranquillamente affrontare

0

VITERBO – Il freddo può devastare le articolazioni malate e causare una grande quantità di disagio nella vita quotidiana del nostro cane, ma un po’ di semplice preparazione e il coordinamento con il veterinario potranno di certo aiutare il vostro animale a mantenersi nel migliore dei modi durante il passaggio attraverso i mesi freddi a venire.

 

La malattia che più facilmente si manifesta in inverno è certamente l’artrite (cioè infiammazione delle articolazioni) ed essa può avere una varietà di cause. Primi tra tutti i traumi, le malattie degenerative, i disturbi dello sviluppo e le infezioni; queste sono solo alcune delle cause più comuni per un giunto doloroso. Sebbene la maggior parte di noi associ immediatamente un cane vecchio alla parola artrite è bene sapere che, al contrario di quanto si pensi , essa può colpire i nostri migliori amici di tutte le età.

 

I segnali dell’artrite sono molteplici e spesso subdoli, possono infatti passare inosservati fino a buona parte del processo della malattia. I cani che soffrono di questa patologia, infatti, non tendono a piangere per il dolore, il che porta spesso a pensare che l’ animale anziano sia solo rallentato piuttosto invece di valutare un grave problema di salute.

 

In primo luogo si potrà notare, soprattutto al mattino, una eccessiva lentezza quando l’animale si alza dal pavimento o da una posizione seduta, o quando sarà un pò più cauto nell’affrontare le scale.

 

Una volta che il vostro veterinario vi avrà dato la conferma sulla diagnosi dell’artrite, non disperate, sappiate che esistono molte opzioni di trattamento che possono aiutare il vostro animale.

 

Innanzi tutto risulta indispensabile, se l’animale dorme all’esterno, usare tutti i metodi possibili per riscaldare il suo giaciglio: cucce riscaldate, maglioni e stracci vecchi, pannelli isolanti e comodissimi cuscini morbidi per eliminare il duro contatto con il legno.

 

I farmaci possono essere un salvagente per molti cani. Il veterinario potrà certamente prescrivere al nostro amico peloso farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) senza controindicazioni, che sono più comunemente utilizzati.
Eseguire costantemente analisi del sangue per assicurarsi che il suo fegato e i suoi reni funzionino bene.

 

Non sarà male utilizzare anche integratori alimentari come la glucosamina e condroitina, i cosiddetti nutraceutici che supportano la funzione articolare e contribuiscono a ridurre l’infiammazione, potendo altresì contribuire a rallentare il processo degenerativo delle articolazioni infiammate.

 

Per gli amanti della medicina alternativa, non si può escludere di certo il ricorso all’agopuntura. Un sacco di persone potranno sorridere all’idea di vedere un cane rilassato sul lettino con tanto di aghi conficcati, ma posso assicurarvi che talvolta i risultati sono sorprendenti. L’agopuntura ha spesso dimostrato di ridurre il dolore e aumentare il rilascio di endorfine in animali domestici artritici, spesso riducendo e talvolta eliminando la necessità di prescrizione di farmaci.

 

Questo può essere un vantaggio per gli animali domestici che non sono in grado di usare farmaci a causa di malattie renali o altre condizioni mediche.

 

Per finire, ma non certo da ultimo, il controllo del peso: senza dubbio, il dolore e l’infiammazione artritica, si aggravano quando si sopporta un peso supplementare. I proprietari che hanno già speso cifre ingenti in farmaci, si sono spesso stupiti della differenza in positivo riscontrata, di fronte ad una sensibile perdita di peso del loro cane.

 

Ma, ad onor del vero, c’è da dire che purtroppo ai cani artritici, di solito, non piace praticare esercizio fisico ed è allora proprio in questo caso che si innesca una sorta di circolo vizioso; nell’inattività, infatti, aumenterà esponenzialmente il peso e le articolazioni, di conseguenza, peggioreranno notevolmente, ma ricordate sempre che l’esercizio a basso impatto, come il solo camminare, risulta estremamente utile per gli animali domestici artritici.

 

Leonardo De Angeli

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.