Pianoscarano a 4 zampe, l’importanza delle cose semplici

0

 

VITERBO – Si è svolta Domenica 25 u.s. la 38° edizione del “Palio delle botti” del quartiere Pianoscarano, che ingloba al suo interno l’ormai divenuta famosa manifestazione “Pianoscarano a 4 zampe.

Questa è la terza edizione da me organizzata in collaborazione con il Gruppo Animalista “L’Anima del Cane”, ed ogni anno è un piacere riscoprire la bellezza delle cose semplici, la gioa stampata in faccia di grandi, piccini e dei loro amici a 4 zampe. Vittime di una implacabile giuria formata esclusivamente e volutamente da bambini, i cagnolini, meticci o di razza che siano, si affrontano in un rocambolesco ed impervio circuito ad ostacoli. Quel che poi accade risulta essere forse più in linea con le strisce di Paperissima che non ad una blasonata gara canina, ma la gioia ed il divertimento prendono comunque subito il sopravvento e l’interazione uomo-cane si fa in ogni caso fortissima.

Questo, a mio avviso, deve essere il compito fondamentale di queste piccole manifestazioni aperte rigorosamente a tutti, neofiti e campioni, uniti tra l’altro da un incontenibile amore dei padroni verso i propri animali e viceversa, uno spettacolo questo, che si rinnova ogni anno e che per nulla al mondo vorrei perdere. Questa giornata spensierata trascorsa all’aria aperta, quest’anno ha visto protagonisti, tra gli altri due ospiti d’eccezione: Artur, un meraviglioso esemplare di Lagotto appartenente alla Pro.Civ. “Gli Angeli del Soccorso”, che, essendo un cane da macerie, tra i primi, accompagnato dalla sua inseparabile istruttrice Francesca, ha rovistato tra le case distrutte di Amatrice rendendo encomiabilmente il suo prezioso servizio e che, durante la manifestazione, ha stupito e commosso il pubblico rinvenendo, per ben tre volte con il suo implacabile fiuto, persone sepolte o nascoste da finte macerie; ed inoltre Lord, un fantastico cagnolino in cerca di adozione che, con la sua infinita dolcezza e la sua performance da urlo, ha incantato a tal punto i bambini della giuria, tanto da fargli conquistare il terzo posto della manifestazione e l’acclamazione di folla. La manifestazione si è conclusa quindi, come ogni anno, con la premiazione di tutti i partecipanti da parte dell’organizzatore del Palio delle Botti, Paolo Bracaglia.

Leonardo De Angeli

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.