Il ritorno dalle vacanze: una buona occasione per il “reset” del nostro cane

0

 

VITERBO – Qualche anno fa un amico mi consigliò molto saggiamente di programmare sempre almeno 2 settimane di vacanza in compagnia del mio cane e la motivazione, oltre ad essere estremamente semplice è sicuramente valida.

E’ scientifico che noi umani abbiamo bisogno di circa 4-5 giorni per abituarci a ritmi, orari e alimentazioni diverse e di circa lo stesso tempo per rientrare poi al pieno nella nostra vita al ritorno dalle vacanze, ma è vero altresì che anche il nostro cane impiegherà più o meno lo stesso tempo per acquistare nuovi stimoli e poi riprendere quelle che sono le sue normali abitudini e ritmi. Ho sperimentato questa filosofia, scoprendo che egli aveva fondamentalmente ragione. Se si effettua una vacanza di almeno due settimane, si è in grado di adeguarsi alle nuove necessità e tornare alla solita routine in un secondo tempo, in modo quasi del tutto indolore, sia per noi che per i nostri migliori amici pelosi. In questo lasso di tempo, si ha modo inoltre di correggere eventuali errori o anomalie del nostro cane, dovute ai nuovi stimoli della vacanza, così da correggere quasi ogni comportamento errato.

Non bisogna mai dimenticare che certamente, durante le vacanze, si sarà manifestata l’esigenza di cambiare anche l’alimentazione e quei 4-5 giorni sopra descritti, serviranno anche per cercare di rendere il meno traumatica possibile questa azione, alternando o mescolando il cibo con il vecchio ed il nuovo, sia alla partenza che al ritorno. Questo soprattutto con cani abitudinari o sottoposti a particolari diete. Quasi certamente questi ultimi, all’arrivo ed alla partenza potrebbero essere vittime di un po di normalissima diarrea, ma non esiste motivo di preoccupazione. Per lenire un po questo fastidioso malanno, vi consiglio di aggiungere riso o fibre ai loro primi pasti e di aggiungere talvolta dell’omogeneizzato nella ciotola, preferibilmente tacchino, perchè questo farà si che, appiccicandosi ai lati della sua ciotola, ritarderà di molto la vorace alimentazione caratteristica dei cambi di abitazione.

Da non dimenticare mai inoltre, che il ritorno dalle vacanze riveste un momento importantissimo per far cambiare totalmente o in parte, vita al nostro cane, come ad esempio cambiare casa, variare i ritmi delle passeggiate o soltanto la permanenza su divani o letti. E’ questo il miglior momento e quello indubbiamente meno traumatico, per effettuare radicali variazioni alla sua routine di vita.

Leonardo De Angeli

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.