Civita Castellana, contributi per nuove assunzioni: riaperto il bando comunale fino al 31 dicembre

0

CIVITA CASTELLANA – L’amministrazione comunale di Civita Castellana ha riaperto il bando per le concessione di contributi comunali o esenzioni da tasse e imposte comunali a datori di lavoro privati che assumono lavoratori residenti a Civita. Le domande possono essere presentate fino al 31 dicembre 2015. I contributi vanno da 400 per assunzioni a tempo determinato fino a 5.500 euro per le assunzioni a tempo indeterminato e apprendistato.

 

“Riproponiamo fino a fine anno il bando per le assunzioni già aperto due volte negli scorsi mesi e per il quale abbiamo ancora risorse disponibili – ha dichiarato il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli – Visto che i dati riferiscono di una ripresa economica alle porte, speriamo che proprio questo sia il momento migliore per dare una spinta in più a chi ha in mente di fare una assunzione. Importante è soprattutto che i cittadini di Civita siano a conoscenza del fatto che presentandosi presso qualunque azienda per essere assunti anche fuori dal territorio comunale in questo momento è come se portassero in “dote” questo contributo per invogliare il probabile futuro datore di lavoro”.

 

Il contributo è riservato alle assunzione a tempo indeterminato, determinato o contratti di apprendistato per residenti sul territorio comunale da almeno due anni, nel tentativo di prestare un sostegno non meramente simbolico a situazioni di disagio economico.

 

Possono accedere al contributo comunale le seguenti categorie di datori di lavoro privati: imprenditori individuali; commercianti; artigiani; imprenditori agricoli; società di persone e di capitali; cooperative e consorzi di cooperative; fondazioni; associazioni.

 

Le assunzioni di coniuge, parenti o affini sino al terzo grado di proprietari/amministratori/soci dei soggetti beneficiari, non consentono l’accesso alle misure agevolate del bando. I benefici sono riservati a profili operai ed impiegatizi. Per “nuove assunzioni” e “contratto di apprendistato”si intendono quelle decorrenti a partire dalla data di pubblicazione del bando attuativo. Nel caso di assunzioni a tempo parziale, il contributo o esenzione da entrate comunali concesso all’impresa è determinato in misura proporzionale al part time del lavoratore. I contributi comunali per le singole assunzioni sono: per il contratto a tempo indeterminato 5.500€, per il contratto a tempo determinato € 400, per il contratto di apprendistato € 5.500. In alternativa agli incentivi è riconosciuta l’esenzione dal pagamento delle imposte e tasse comunali (TARI, IMU, TOSAP) per i successivi due anni fiscali, in caso di assunzione a tempo indeterminato di un lavoratore o di apprendistato; per il periodo corrispondente all’assunzione a tempo determinato, fino ad massimo di esenzione per 12 mesi.

 

Le assunzioni a tempo indeterminato devono perdurare per almeno 2 anni; le assunzioni a tempo determinato devono perdurare per tutto il tempo di cui si gode dei benefici. Il contratto di apprendistato deve perdurare per il periodo di 3 anni. In caso di precedente cessazione del rapporto di lavoro per mancato superamento del periodo di prova/dimissioni volontarie del lavoratore neo-assunto/ragioni disciplinari,il beneficio ricevuto permane qualora venga attivata corrispondente nuova assunzione entro un anno.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.