Bagno di folla per la presentazione della Lista Bassano Insieme

0

 

BASSANO ROMANO – E’ stato un vero e proprio bagno di folla la presentazione di ieri (Venerdì 20/5) della Lista Bassano Insieme con candidato sindaco Emanuele Maggi.

 

Molti, davvero tanti, sono stati i cittadini che hanno affollato il Buena Vista, desiderosi di sentire in viva voce cosa bolle in pentola in “casa Maggi” in termini di proposte di governo e di programma per una Bassano migliore. Considerando l’appuntamento politico-amministrativo, il risultato, in termini di presenze è stato davvero lusinghiero. Oltre ogni più rosea aspettativa. Ma quello che è emerso ieri sera (venerdì ndr) va oltre il mero conteggio numerico. C’è stata veramente partecipazione, condivisione e affetto.

 

Il succo è racchiuso in questi tre elementi. La serata si è aperta con l’introduzione di una bravissima Flavia Vittorini che ha avuto l’onere e l’onore di moderare l’incontro. E lo ha fatto in modo impeccabile. Dopo i saluti, la parola è passata al Sindaco Angela Bettucci che ha snocciolato gli ultimissimi risultati amministrativi ottenuti. Dalla partenza dei lavori al teatrino seicentesco, all’apertura fissa, notizia di poche ore fa, di Palazzo Giustiniani ogni sabato del mese, la Bettucci ha ringraziato i suoi compagni di viaggio e augurato ai quattro che rinnovano l’impegno (Maggi, Pierallini, Bussi e Capece) le migliori fortune. Angela Bettucci che poi si è visibilmente commossa alle parole di Maggi sul clima umano, di rispetto e fiducia avuto in seno alla Giunta: “Se io sono qui – ha detto Maggi – è grazie a te –rivolto alla Bettucci -. Solo tu potevi darmi fiducia a 23 anni dandomi un assessorato difficile come quello dei Lavori Pubblici”! E giù, la prima, delle tante, standing ovation!

 

Successivamente è stata la volta di Enrico Panunzi. Il consigliere regionale, presidente della 6^ Commissione Lavori Pubblici, dopo aver portato i saluti dell’amministrazione di Via della Pisana, ha evidenziato lo stretto legame tra questo territorio e la Regione Lazio in termini di rapporti con la giunta Bettucci. Rapporti che hanno portato al raggiungimento di importanti opere già finanziate e molte ancora che attendono un finanziamento. Panunzi ha risposto presente a chi gli domandava se questo gruppo dovesse farcela il 5 Giugno ed ha ricordato il particolare rapporto che lo lega a Maggi sia sotto il profilo-amministrativo che, più importante, sotto quello umano.

 

“Occorre investire in Emanuele ed il suo gruppo – ha sottolineato Panunzi -, loro rappresentano il futuro di Bassano, se gli elettori lo vorranno, per almeno 10 anni. Io sarò a vostra disposizione”.

 

A questo punto, Flavia Vittorini, ha lasciato il microfono ai 12 candidati consiglieri e Ugo Pierallini, Francesca Bacci, Alfredo Boldorini, Andrea Bussi, Angela Capece, Roberta Donati, Yuri Gori, Eros Marchetti, Mauro Moroni, Danilo Rossi, Francesco Palazzetti, Valentina Zibellini, hanno raccontato le proprie esperienze, il proprio curriculum, le proprie motivazioni sul perché abbiano scelto di sposare il progetto “Bassano Insieme”.

 

In conclusione, molto atteso, l’intervento del candidato sindaco.

 

Emanuele Maggi, prima di passare al discorso programmatico, ha ricordato la bella esperienza con l’Amministrazione Bettucci. Ha ricordati i traguardi raggiunti. Le belle pagine di vita amministrativa avute insieme. Poi è passato a parlare di programma. E perché appoggiare Bassano Insieme e la sua candidatura a sindaco. Ha elencato le priorità, ha parlato di infrastrutture, di sociale, di turismo, di centro storico, di ambiente e di mobilità. Maggi ha poi passato in rassegna ciò che il suo assessorato ha portato in termini di opere. “I marciapiedi – ha detto – non sono stati fatti solo ed unicamente come opera di abbellimento, ma come opera di messa in sicurezza dei pedoni. Ricordo a tutti che in Via San Gratiliano per esempio – ha ricordato – non vi erano le minime condizioni di sicurezze degli studenti dei cinque istituti scolastici presenti in zona. I ragazzi camminavano in mezzo alla carreggiata! Noi, dopo oltre quarant’anni di fermo, abbiamo messo in sicurezza quel tratto. Questa è stata una scelta non di opportunità ma un fattore di civiltà”! Il suo discorso, più volte interrotto dagli applausi, ha tenuto i presenti incollati alle sedie.

 

“Ringraziamo tutti i partecipanti di questa bella serata, delle emozioni e del calore che ci avete trasmesso. Ci ha fatto molto piacere condividere con voi il nostro percorso”.

 

Particolarmente toccante, infine, il ricordo di Mario Cenciarini, scomparso pochi mesi fa, protagonista della vita associativa locale, sempre pronto ad aiutare il prossimo.

 

“Mario – ha concluso il suo intervento Maggi – è stato un caposaldo della nostra vita associativa. Con noi in squadra abbiamo la nipote Valentina (Zibellini ndr), proprio perchè lui voleva una continuazione del suo lavoro incentrato per il prossimo e lei ha accettato questa sorta di ‘staffetta’ dal nonno. Noi faremo il massimo per dedicarci alla collettività seguendo le sue orme che ci ha trasmesso in vita”.

 

13243976_983531798350492_2108669501735227664_o

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.