Bassano Romano, successo per il concerto del Coro del Cadore

0

 

BASSANO ROMANO – “E’ stato un evento degno di nota, è stato un evento che è andato al di là di un semplice concerto, è stato un evento che ha gemellato due territori, due culture, due modi di essere”.

Questi i primissimi commenti, più che positivi, all’indomani della performance del Coro degli Alpini della Brigata del Cadore. Un concerto che ha visto la partecipazione di molti bassanesi accorsi alla Chiesa del Monastero di San Vincenzo per assistere all’unica tappa del gruppo Veneto in territorio bassanese. Oggi infatti saranno di scena nella Capitale, un’altra tappa nel viterbese e poi, via, di ritorno a Belluno.

Per quanto riguarda il concerto, a fare gli onori di casa il Center Chorus del Maestro Ennio Francesconi che ha dato loro il benvenuto con alcuni brani del loro ricco repertorio.
A seguire, è stata la volta, quindi, degli Alpini. Toccanti davvero alcuni pezzi cantati in modo egregio di richiamo alle aspre battaglie delle campagne di Russia e non solo. Esibizione, nel complesso, davvero degna di nota.
Alla fine scambio di presenti e saluto dell’Amministrazione comunale presente con una folta delegazione composta dal Sindaco Maggi, dal Vice Pierallini, dall’Assessore ai Servizi Sociali Donati e dal Presidente del Consiglio Comunale Boldorini.

“Ringraziamo il Coro degli Alpini ed il Center Chorus – ha detto Emanuele Maggi – per questo bell’esempio di collaborazione tra due popoli divisi geograficamente ma uniti dalla passione per il canto. Un ringraziamento speciale a Don Felice per la disponibilità mostrata e a Franco Moretti per il contributo offerto alla riuscita della manifestazione.
Come Amministrazione sosteniamo queste iniziative che consentono la partecipazione, la socializzazione e lo stare insieme. E’ stata davvero una bella pagina per il nostro paese che ha risvolti aggregativi, culturali ed educativi importanti”.

“Ringraziamo – ha sottolineato Massimo Bordignon presidente del degli Alpini – il Monastero di San Vincenzo, il mio amico Ennio (Francesconi ndr), l’Amministrazione comunale e tutti gli intervenuti per il caloroso benvenuto. Ci ha fatto davvero molto piacere essere accolti in questo modo. Abbiamo molto apprezzato anche il momento conviviale dove insieme a più di duecento persone abbiamo continuato a cantare, a diffondere lo spirito di aggregazione e condivisione”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.