“Un giocatore espulso non può rientrare in campo come arbitro”

0

 

BASSANO ROMANO – “Un giocatore espulso non può rientrare in campo come arbitro”. Questo il commento della Lista Bassano Insieme, in vista delle elezioni amministrative del 5 Giugno, sull’invito all’incontro pubblico di venerdì tra i tre candidati sindaci organizzato e moderato dalla Lista “Bassano nel Cuore”, lista questa, come si ricorderà, esclusa sia dalla commissione provinciale che dal TAR, dalla competizione elettorale per documentazione incompleta.

 

“Siamo assolutamente favorevoli a questo tipo di confronti che arricchiscono la dialettica politica e amministrativa locale in questo momento importante per la vita democratica del nostro paese purché regolamentato e come moderatore un soggetto che garantisca terzietà ed imparzialità. Troviamo assolutamente inopportune le modalità e le tempistiche relative all’ organizzazione dell’evento. Per quanto riguarda il primo aspetto, pur riconoscendo la bontà dell’iniziativa, siamo assolutamente contrari che sia la Lista “Bassano nel Cuore” ad organizzare e moderare l’incontro per una ragione semplice: non è un soggetto terzo e non garantisce quella imparzialità necessarie che rappresentano condizioni essenziali per lo svolgimento di questo tipo di manifestazioni. Per tutta la campagna elettorale, e tuttora, nonostante l’esclusione dalla competizione elettorale, la Lista di Paola Marchetti ha solo ed unicamente attaccato il nostro gruppo. Riteniamo quindi non possa svolgere il ruolo di garante della neutralità del dibattito, chi sulla loro pagina Facebook, anche in queste ore, mentre inviano le lettere di invito, continua ad attaccare, anche con toni offensivi, il nostro candidato Sindaco. Pertanto non vi sono, a nostro giudizio, vista la situazione attuale, le minime condizioni di partecipazione. In più occorre stabilire, tra i tre candidati a sindaco e soprattutto prima di ufficializzare l’incontro, le regole, i tempi, gli argomenti ed il moderatore del dibattito.

 

In relazione alla tempistica, invece, ci spiace constatare il mancato rispetto che “Bassano nel Cuore” ci ha riservato, non solo confermando l’appuntamento senza attendere una nostra preventiva e doverosa risposta all’invito recapitatoci solo qualche ora prima ma addirittura, fatto del tutto inqualificabile, affiggendo i manifesti la mattina successiva nelle plance comunali denotando un comportamento assolutamente irrispettoso verso la nostra compagine.

 

Confermiamo quindi la nostra piena disponibilità a partecipare a qualsiasi confronto pubblico, purché vi siano le condizioni di imparzialità e terzietà, a garanzia di un sereno dibattito svolto nell’esclusivo interesse della collettività”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.