Calcata, prosegue il problema piccioni

0

VITERBO – “Dopo i numerosi articoli volti ad elogiare l’intervento finanziato dal Parco Valle del Treja per mitigare la presenza di volatili a Calcata, a distanza di un mese, il consigliere di opposizione Massimo Moriggi stima un’analisi della reale condizione in cui verte il paese sotto questo aspetto.

 

La situazione, infatti, è rimasta invariata nonostante le reti e i dissuasori messi, e per rendersene conto basta passeggiare o addentrarsi per le vie del paese.

 

Alle pareti di tufo ora , “grazie” alla presenza delle reti, non solo si attaccano le piume, ma anche il guano, rendendo le mura antiestetiche all’osservatore e poco igieniche per coloro che attraversano la via. La trovata,quindi, sembra proprio non risolvere il problema della pavimentazione scivolosa, della pulizia della salita di accesso al paese e della presenza degli stessi piccioni.

 

Quest’ultimi, anzi, imperterriti si accingono a sostare sui cornicioni, sulle finestre, sugli anfratti o sui davanzali, fregandosene beatamente delle reti e dei dissuasori. Ennesima trovata, questa, che appare solo come uno spreco inutile di soldi pubblici.

 

Considerato che la comunità di piccioni nidificati a Calcata non è di soli 150 esemplari, come precedentemente scritto, sarebbe necessario adottare sistemi di pulitura delle strade interessate quotidianamente perché, anche se i risultati erano stati finora solo momentanei, per lo meno, gli ingressi al borgo di Calcata risultavano puliti e sicuri per coloro che li attraversavano.

 

Da consigliere del parco suggerirei, come soluzione alternativa, la sterilizzazione della colonia di piccioni attraverso la somministrazione di mangimi con sostanze ad effetto antifecondativo, del tutto innocue per gli animali, per la popolazione e per l’ambiente. Il Ministero della Sanità ha, infatti, autorizzato il farmaco nel 2002, testandone la sicurezza e l’efficacia. Non a caso, la tecnica è stata già scelta e sperimentata in molti altri borghi italiani, con ottimi risultati. Perchè non provare?”

 

Massimo Moriggi
Consigliere di Opposizione

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.