Italian Wonder Ways fa tappa a Castel Sant’Elia

0

 

CASTEL SANT’ELIA – Un gruppo di “pellegrini speciali”, giornalisti, blogger e fotografi selezionati fra i più autorevoli ed influenti del mondo, hanno fatto tappa a Castel Sant’Elia per ammirare la monumentale basilica romanica e il grande Santuario Pontificio Maria S.S. Ad Rupes , guidati dal sindaco Rodolfo Mazzolini e dai Padri Micheliti.

Erano alcuni dei protagonisti di un importante progetto di comunicazione internazionale, Italian Wonder Ways, nato in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia e dell’Anno nazionale dei cammini. La nuova iniziativa di sviluppo turistico è stata promossa dalle Regioni Lazio, Umbria, Toscana e Marche, ideata dal Consorzio “Francesco’s ways”, con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo.
La Regione Lazio, in particolare, è stata orgogliosa di partecipare al progetto interregionale Italian Wonder Ways, puntando ad incentivare il turismo sul territorio, aveva ricordato Massimiliano Smeriglio, vice presidente della Regione, insieme al ministro Dario Franceschini, alla presentazione ufficiale dell’iniziativa.

Dal 21 al 28 settembre, per 412 kilometri, noti giornalisti hanno attraversato a piedi, in bicicletta o a cavallo particolari luoghi di culto, facendo da apripista alla scoperta dei piccoli borghi, dei loro tesori storico-artistici e della gastronomia dei territori, per raccontare ai lettori di tutto il mondo le meraviglie dei cammini italiani, che si sono conclusi con l’udienza papale a Roma. L’iniziativa, dalle grandi potenzialità promozionali, ha avuto come testimone d’eccezione la portavoce della Fondazione Nelson Mandela, Ndileka Mandela, nipote del leader sudafricano e rappresentava un’occasione unica per far conoscere le bellezze meno note dell’Italia, fuori dai circuiti internazionali. Italian Wonder Ways, nella sua prima edizione, si focalizzava su cinque cammini, tra cui la Via Amerina, strada romana che attraversa il territorio falisco e conserva le memorie storiche dell’età medievale e della tradizione cristiana. Lungo il percorso, tra le località prossime, gli ambassador dell’iniziativa hanno incontrato il piccolo centro di Castel S. Elia e sono rimasti entusiasti dal fascino incantevole dei suoi tesori storico—culturali, dalle suggestive vallate naturalistiche e dai luoghi rimasti inalterati nella loro spiritualità.

Castel Sant’Elia ha colto al volo questa nuova opportunità, dando subito la propria adesione al progetto: “ Perché “- ha spiegato il sindaco Mazzolini – “Coglie in pieno la necessità di comunicare meglio e con un format nuovo i cammini che raggiungono Roma e vogliamo far inserire il nostri piccolo centro in questo importante circuito turistico. L’obiettivo della lodevole iniziativa”- ha proseguito il sindaco- “E’ infatti quella di valorizzare i territori, promuovendo luoghi in grado di accogliere un turismo religioso, culturale, outdoor e la nostra cittadina ha tutte le carte in regole per venire incontro a questa tipologia di domanda. Lo sviluppo e la promozione degli itinerari turistici, i cammini religiosi e naturalistici sono tra le priorità di questa amministrazione, perché diversi sono i possibili benefici del turismo in favore dell’ economia locale”.

Gli speciali pellegrini sono stati accolti per una visita guidata della Basilica di Sant’Elia, monumento nazionale in puro stile romanico di straordinario interesse storico-architettonico e del Santuario Maria SS. Ad Rupes “perla dell’Alto Lazio”, meta di pellegrinaggio per fedeli – compreso San Giovanni Paolo II, posto a picco sulla suggestiva e verdeggiante Valle Suppentonia e dotato anche di una struttura ricettiva.

Italian Wonder Ways ha offerto a Castel Sant’Elia una vetrina unica per promuovere i suoi tesori nel mondo, che contribuirà a migliorarne l’immagine e Mazzolini, ringraziando tutti al termine della visita, si è augurato che questo inizio possa avere un seguito nel tempo, in un settore come quello dei sentieri della fede che è in forte crescita.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.