Andosilla, al via i lavori per il nuovo Pronto soccorso

0

 

CIVITA CASTELLANA – Sono iniziati questa mattina i lavori per la realizzazione del nuovo Pronto soccorso dell’ospedale Andosilla di Civita Castellana. Il tempo di realizzazione dell’intervento, finalizzato con fondi regionali per una somma di un milione e 300mila euro, è stimato in circa sei mesi.

 

Il nuovo Pronto soccorso pone fine agli evidenti problemi di accesso legati all’attuale dislocazione del servizio al piano terra, in locali insufficienti per la quantità dell’attività erogata e senza possibilità di espansione. Per ovviare a questa criticità, il Pronto soccorso troverà la sua nuova collocazione sempre al piano terra, ma nei locali sottostanti le degenze di chirurgia. La struttura avrà una superficie complessiva di circa 480 metri quadrati e comprenderà, tra l’altro, la camera calda per l’accoglienza dei pazienti, i locali di trattamento e di servizio e la sala gessi, garantendo standard di qualità elevati nel rispetto dei requisiti di legge.

 

Gli attuali locali del Pronto soccorso rimarranno in funzione fino alla chiusura del cantiere, mentre saranno poi destinati alla nuova morgue, la camera mortuaria, i cui lavori inizieranno già a inizio del 2017.

 

“Nell’ambito della ristrutturazione del Pronto soccorso – commenta il direttore della Asl di Viterbo, Daniela Donetti – verrà, inoltre, realizzato un nuovo corpo di fabbrica destinato a due nuovi monta lettighe che permetteranno, unitamente agli interventi realizzati nella prima fase dei lavori che hanno interessato l’Andosilla, il collegamento dei tre piani dell’ospedale, mettendo così fine alla carenza di collegamenti verticali tra i reparti che ha sempre penalizzato la piena operatività della struttura”.

 

Il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli, commenta la consegna dei lavori per il pronto soccorso dell’Ospedale Andosilla. “Finalmente vedono la luce i lavori di riqualificazione del pronto soccorso dell’Ospedale Andosilla, dopo un’attesa durata lunghi anni e che ci ha visto impegnati sia presso la Regione Lazio che presso la Asl. Speriamo che questa sia la migliore risposta che viene data ai cittadini da parte della Asl di Viterbo, in merito alle frequenti ipotesi di ridimensionamento del nostro ospedale. Il pronto soccorso infatti non è soltanto l’accesso dell’emergenza, ma anche il modo con cui si presenta una struttura sanitaria e la sua riqualificazione deve aprire la strada a questa nuova considerazione della sanità sul nostro territorio. L’Ospedale Andosilla è un riferimento per tantissimi cittadini del nostro comprensorio e deve rimanere tale ed essere riqualificato per mantenere alti i livelli di assistenza e cura dei malati. Il mio ringraziamento va alla dottoressa Donetti che si è infine impegnata per raggiungere questo importante risultato, al Presidente Zingaretti e all’onorevole Panunzi che hanno lavorato per mantenere la sostenibilità dei lavori oggi affidati”.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.