Facevano acquisti con banconote false, denunciati due commercianti

0

 

CIVITA CASTELLANA – Continua l’attività dei Carabinieri di Civita Castellana nella lotta alla spendita di monete falsificate ed alle truffe. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile civitonico hanno infatti denunciato due commercianti di 46 e 23 anni per spendita ed introduzione nello stato di monete falsificate.

 

Al termine di una attività di indagine i Carabinieri hanno notato i due commercianti consegnare una banconota da dieci euro falsa ad un cliente. Successivamente, dopo averla recuperata, durante una perquisizione personale hanno rinvenuto nelle disponibilità del 46nne altre due banconote dello stesso tipo e una nelle disponibilità della 23nne. Tutte le quattro banconote avevano lo stesso numero di matricola SB2061705406 e presentavano gli elementi di sicurezza chiaramente imitati ed in grado di ingannare la pubblica fede.

 

Alla luce di ciò i due commercianti sono stati denunciati in stato di libertà e le banconote sottoposte a sequestro in attesa di ulteriori accertamenti per verificare se ne siano state messe in circolazione altre.

 

I Carabinieri richiamano l’attenzione di tutti i cittadini affinché pongano attenzione al fenomeno in questione soprattutto su banconote di piccolo taglio che sono più facilmente falsificabili e destano minori sospetti da parte di chi le riceve.

 

In particolar modo si raccomanda, specialmente le persone anziane, di porre attenzione alle truffe i cui tentativi negli ultimi tempi sono aumentati in modo esponenziale. Le raccomandazioni sono sempre le stesse ossia di non fidarsi di persone che si presentano in abiti civili quali Forze dell’Ordine o impiegati di società di servizi come quelle Elettriche , del gas o telefoniche. Nel caso ciò succeda di evitare di rimanere da soli con loro e di farsi assistere almeno da un vicino o da una persona di fiducia allertando, in caso di sospetti, il 112 per far verificare la veridicità di ciò che dichiarano. Ancora si raccomanda di diffidare di persone di cui non si ricorda nulla e che dichiarano di essere amici o parenti. Infine di stare attenti alla guida perché accade spesso che malfattori fingono incidenti stradali lievi e propongono per mettere a tacere la situazione, il pagamento di danni in contanti e subito. In tutti questi casi è opportuno allertare immediatamente il 112 e chiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine. L’attuazione di questi consigli ed il passaparola, specialmente tra persone anziane, può evitare a commissione di queste truffe e permettere di assicurare alla giustizia i malfattori, sempre più numerosi, che le praticano.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.