“Con La Pira in Vietnam”, convegno di studi a Civita Castellana

0

 

CIVITA CASTELLANA – Nuovo importante convegno di studi il prossimo 25 giugno, alle 17, a Civita Castellana.

 

Presso la Sala delle Conferenze della Curia Arcivescovile, si terrà, infatti, la presentazione del volume di Mario Primicerio “Con La Pira in Vietnam” , edizioni Polistampa e prefazione di Romano Prodi.

 

L’incontro, organizzato dall’associazione culturale nazionale “Giorgio La Pira”, con il patrocinio della Fondazione “Giorgio La Pira”, dell’Accademia di studi storici “Aldo Moro” e dell’Archivio storico Flamigni, prevedrà, oltre agli interventi del dott. Emilio Corteselli (Presidente Associazione culturale nazionale “Giorgio La Pira”) e dei professori Giovanni Bianco (Università di Sassari), Aurelio Rizzacasa   (Università di Perugia) e Nicola Tranfaglia (Università di Torino) anche la presenza dell’autore Mario Primicerio dell’Universita’ di Firenze, presidente della Fondazione “Giorgio La Pira” .

 

Al centro del dibattito, l’avventuroso viaggio di Primicerio e La Pira ad Hanoi, con l’obiettivo di strappare ad Ho Chi Minh la promessa di una pace necessaria ad evitare un’inutile carneficina ed, insieme, uno sconvolgimento degli equilibri mondiali.

 

La storia racconta però di un epilogo tragicamente diverso dalle intenzioni, con la soffiata ad un giornale americano che fece saltare tutto e l’inevitabile conclusione dell’atroce guerra del Vietnam.

 

Mario Primicerio racconta con piacere, al riguardo, un episodio capitato lo scorso anno: «Quando il nostro Presidente del consiglio, Matteo Renzi è andato in visita ad Hanoi, subito dopo essere arrivato mi ha mandato un sms ricordando proprio il viaggio di La Pira.

 

Ricordo anche con una certa emozione quando un anno e mezzo fa, invitato ad un congresso di matematica applicata in Vietnam del Sud, senza che io dicessi nulla un funzionario del governo ritirò fuori i giornali del ’65 con la foto mia e di Giorgio La Pira: laggiù ricordano con grande simpatia e gratitudine questo tentativo fatto per la pace.”

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.