San Marciano: il comune di Civita Castellana apre l’organizzazione delle feste alla città

0

CIVITA CASTELLANA – Aprile è il momento giusto per tutti i cittadini e le associazioni che vogliono farsi avanti e partecipare all’organizzazione delle feste patronali di Civita Castellana. L’amministrazione comunale ha aperto un bando per ricevere manifestazione di interesse a cui sarà possibile partecipare fino al 30 aprile.

 

I cittadini che intendono impegnarsi alla programmazione, organizzazione e realizzazione dei festeggiamenti in occasione delle feste patronali in onore dei Santi Patroni Marciano e Giovanni 2016 devono essere residenti nel comune di Civita Castellana e avere compiuto 16 anni di età Si può partecipazione alla pianificazione degli eventi in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e all’organizzazione di tutte le attività.

 

“Lo scorso settembre insieme al sindaco abbiamo valutato che era il momento di intervenire sulle feste patronali per dare modo a tutti di partecipare direttamente all’organizzazione – ha dichiarato l’assessore allo Spettacolo Letizia Gasperini – Il grande numero di persone che lo scorso anno si sono volute cimentare con l’organizzazione di eventi ci ha fatto prendere atto che era il momento di aprire ancora di più le feste patronali alla cittadinanza”.

 

I cittadini interessati possono presentare la loro manifestazione d’interesse entro il 30 aprile 2016. Le richieste di partecipazione potranno essere presentate: da gruppi organizzati di cittadini (es. raggruppati per “classi” di età, per gruppi di carnevale, ecc.); da associazioni; da singoli cittadini. La modulistica per la richiesta sarà disponibile sul sito www.comune.civitacastellana.vt.it oppure presso l’ufficio protocollo in Via S.S. Marciano e Giovanni 4/6.

 

“Come promesso a settembre scorso abbiamo aperto un bando pubblico per la gestione delle feste patronali, perché è il momento che la città si riappropri delle proprie tradizioni e ne diventi attrice protagonista, come succede già in tutti i paesi limitrofi- ha spiegato il sindaco Gianluca Angelelli- affinché quanti più civitonici possibili possano pensare alla festa patronale come alla loro festa, è venuto il momento di condividere pienamente l’organizzazione. In questo modo tutti potranno mettere in campo le proprie forze migliori e dare il proprio contributo per realizzare le feste patronali, che non devono e non possono più essere le feste “del comune” ma devono tornare ad essere le feste della città tutta e di tutti i cittadini. Sono sicuro che tante più persone parteciperanno tanto più riusciremo a fare una grandissima festa e una festa di tutti”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.