A Montefiascone un rudere di fronte Prato giardino

0

Pietro Brigliozzi

 

MONTEFIASCONE – Presso i cancelli d’ingresso del prato giardino in pieno centro di Montefiascone, fino a qualche mese fa esisteva un chiosco in legno che fungeva da ufficio turistico, almeno nel periodo estivo. I turisti che giungevano con la propria auto o in pulman, visto che, antistante l’ingresso del pubblico giardino, si trova Piazzale Roma il quale, a sua volta, è sul crocevia tra la regionale Cassia, la regionale Verentana, l’accesso al centro storico attraverso Porta di Borgo, potevano facilmente reperire informazioni turistiche sulla cittadina falisca. Tutto questo era un’ottima realtà, anche in considerazione che il chiosco era piuttosto grande e ben fatto, in legno pregiato.

 

Diversi giorni fa qualcuno ha dato inizio al suo smantellamento senza però portare a termine l’opera demolitrice. Da informazioni raccolte presso la polizia municipale, si è saputo che quel chiosco era stato realizzata da un privato il quale ora, non si bene per quali motivi, non ha provveduto ad usarlo ancora, ma ha ritenuto opportuno smantellarlo credendo forse di fare una buona cosa, ma l’opinione pubblica è di diverso avviso e critica quanto si sta facendo, tuttavia, ognuno fa le scelte che più richiede opportune e della cosa propria ne fa quel che vuole; ed anche su questo poco o nulla da ridire.

 

Ciò che da però fastidio e non è tollerabile sta nel fatto che l’opera di demolizione è iniziata ma non è stata portata a termine, per cui, ora, di quel bel chiosco, è rimasto solo lo scheletro che da un senso di squallore e trasandatezza a tutta l’area. Non è possibile, commentano alcuni cittadini, che in un luogo centralissimo e sotto gli occhi di tutti, dar inizio ad un opera demolitrice lasciandola poi a metà strada. Quel che è ancora in piedi è un vero e proprio schiaffo al decoro dell’area con l’Amministrazione comunale del sindaco L.Cimarello passiva che ancora non interviene, come dovrebbe, sollecitando la totale rimozione e, di contro, favorendo il rimanere in piedi della struttura. Eppure l’estate è iniziata e con essa la stagione di maggior movimento turistico si domandano molti cittadini senza ignorare poi lo scenario negativo che si offre ai molti turisti, in maggior parte stranieri, che percorrendo a piedi la via Francigena, ogni giorno, passano per la piazza.

 

DSC_4084

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.