Aggredisce e deruba rivale in amore, denunciato 32enne

0

VITERBO – I Carabinieri della Compagnia di Viterbo in collaborazione con i militari del NAS, nel corso dei servizi notturni finalizzati a garantire l’ordine e la sicurezza nel centro storico del capoluogo, anche nello scorso fine settimana, in particolare nella notte tra sabato e domenica, hanno intensificato i controlli tra le mura del centro. In particolare nel quartiere medioevale.

 

Proprio in via San Pellegrino sono stati sorpresi diversi giovani, sia italiani che stranieri, in possesso di dosi di hashish. Per 7 ragazzi è così scattata la segnalazione all’Ufficio Territoriale del Governo di Viterbo per essere assuntori di sostanze stupefacenti.

 

Ben più grave invece la posizione di altre tre persone, tutte denunciate per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini si spaccio.

Uno studente di 20 anni è stato sorpreso a seguito di una perquisizione in possesso di numerose dosi di marijuana ed hashish per complessivi 20 grammi di droga. Probabilmente la droga era destinata ad essere piazzata tra i bar del centro storico.

 

Un albanese 25enne con precedenti penali invece è stato sorpreso dai militari con un grammo di cocaina ed uno di marijuana. A casa dello straniero successivamente sono stati trovati bilancini di precisione e vario materiale per confezionare la droga in dosi da immettere sul mercato. Lo straniero aveva con se anche la somma di 1500 euro, presunto provento dell’attività di spaccio.

 

Sempre per detenzione ai fini di spaccio è stato denunciato un cittadino del Gambia di 18 anni. I militari appuravano che il diciottenne aveva ceduto un grammo di hashish ad uno dei ragazzi che è stato segnalato all’U.T.G..

 

Sempre in via San Pellegrino i Carabinieri del NAS, nel corso dei controlli finalizzati a verificare il rispetto dell’ordinanza comunale in merito all’orario di chiusura dei locali e dei bar nonché il rispetto delle prescrizioni sulla vendita delle bevande alcoliche, hanno elevato una sanzione ad una birreria dove sono nella circostanza state riscontrate incongruenze igienico-strutturali.

 

Un ragazzo di 18 anni di Vetralla è stato sorpreso alla guida di un auto senza aver mai conseguito la patente. Anche per lui è scattata la denuncia.

 

I militari dell’Aliquota Operativa del NORM infine, a conclusione di una succinta attività di indagine scaturita dalla denuncia di rapina presentata sabato pomeriggio presso la Stazione CC di Viterbo da un ragazzo 22enne di Blera, hanno denunciato in stato di libertà C.D., 32enne pregiudicato di Viterbo. La vittima della rapina aveva richiesto l’intervento dei militari attraverso il 112, per essere soccorso all’interno del parco Prato Giardino, dove asseriva di essere stato aggredito alle spalle da una persona che indossava una felpa con cappuccio che, dopo averlo colpito, gli sottraeva il portafogli contenente 15 euro e scappava a piedi.

 

All’arrivo dei Carabinieri il ragazzo rifiutava le cure mediche e si recava in caserma per formalizzare la denuncia. I militari però scoprivano che il ragazzo era a Prato Giardino per incontrarsi con una ragazza minorenne che aveva conosciuto da pochi giorni. La ragazza lo aveva invitato all’appuntamento dicendo di trovarsi al parco con la madre. Al parco la ragazza però non era con la mamma bensì con il suo fidanzato al quale, probabilmente, la stessa aveva raccontato dell’interesse che il 22enne nutriva nei suoi confronti e di esserci andata al cinema nei giorni precedenti.

 

Proprio per gelosia dunque il pregiudicato avrebbe aggredito il malcapitato 22enne di Blera sottraendogli il portafoglio prima di fuggire a piedi. Nella notte il rintraccio del rapinatore ed il riconoscimento formale da parte dell’aggredito.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.