“Asl, un patto con il direttore generale per cambiare in meglio i servizi”

0

VITERBO – “Il blocco della contrattazione ha congelato gli stipendi, ma prima ancora ha impedito il cambiamento. Ora è il momento di ripartire. Di costruire un nuovo patto sociale e professionale, per rendere il nostro sistema di servizi competitivo rispetto al privato e alle legittime aspettative della collettività”. A scriverlo in una lettera inviata alla Direttrice Generale della Asl di Viterbo, è il Segretario Generale della Uil FPL di Viterbo Lamberto Mecorio (foto).

 

“Stiamo mettendo in campo una grande mobilitazione per il rinnovo dei contratti dopo sei anni di blocco – prosegue Mecorio – perché vogliamo cambiare in meglio i servizi pubblici, a partire da quelli della nostra ASL. Un patto che vogliamo scrivere insieme, con la Direttrice Daniela Donetti, il management, le parti sociali, i cittadini. Per questo le chiediamo una dichiarazione a supporto della nostra mobilitazione: perché questa è una battaglia che riguarda tutti.

 

Come dipendenti pubblici abbiamo a cuore il nostro lavoro e il contributo che possiamo dare al futuro della nostra comunità. Siamo scesi in piazza a Roma il 28 novembre scorso con un messaggio forte e non equivocabile: siamo dalla parte di chi pretende un sistema di servizi più avanzati, veloci e attenti alle esigenze di persone e imprese. E per questo – sottolinea Mecorio – chiediamo salari dignitosi, innovazione, produttività, formazione, coinvolgimento, valutazione.

 

Rinnovare i contratti nazionali e integrativi, infatti, vuol dire per noi definire insieme nuove regole e nuovi strumenti per far crescere la qualità del nostro lavoro, per investire sulle competenze che servono, per migliorare il modo di scegliere e organizzare i servizi, per valorizzare – conclude Lamberto Mecorio – le tante professionalità del pubblico che vogliono lavorare meglio per far spendere meno e dare di più ai cittadini”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.