Bomba disinnescata, autostrada A1 riaperta

0

ORTE – (M.C.) E’ stata disinnescata con largo anticipo rispetto al programma delle operazioni la bomba rinvenuta a Orte in località Le Piane. Alle ore 10.50, infatti, gli artificieri dell’Esercito hanno completato le operazioni despolettando l’ordigno. Il residuato bellico è stato poi situato su un camion per essere condotto verso la cava sita in loc. Bagnolo di Orte, dove verrà fatto brillare.

 

A seguito di tali operazioni, coordinate dalla Prefettura di Viterbo, i tratti autostradali Orte-Attigliano, in direzione nord, e Orvieto-Orte verso sud, è stata riaperta poco dopo le 11.

 

La zona di pericolo intorno al luogo di rinvenimento dell’ordigno e della sua neutralizzazione è stata interamente evacuata (quasi tremila cittadini hanno dovuto temporaneamente lasciare le proprie civili abitazioni e/o i luoghi di lavoro).

 

Hanno concorso alle operazioni, oltrechè di artificieri del 6° reggimento Genio Pionieri di Roma, la Questura, i Comandi Provinciali dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco e del Corpo Forestale dello Stato, il Comune di Orte, La Regione Lazio, la ASL di Viterbo, l’ARES 118, R.F.I., ANAS-Compartimento Lazio, Autostrade per l’Italia, Erogasmet, Telecom Italia, ENEL Rete Elettrica e COTRAL.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.