Carabinieri, 2 arresti e 10 denunce nel week-end

0

PROVINCIA – 350 uomini per un totale di 180 pattuglie sono stati impiegati dal comando Provinciale di Viterbo per garantire ai cittadini un fine settimana più sicuro. Oltre 700 gli autoveicoli controllati nel corso dei servizi di prevenzione generale, intensificati in tutta la provincia con lo scopo di contrastare i fenomeni delinquenziali più ricorrenti e che ingenerano maggiore insicurezza tra i cittadini.

 

Nei controlli delle principali arterie viarie, delle località turistiche, del litorale, dei laghi e dei luoghi maggiormente frequentati, i carabinieri hanno effettuato due arresti, 10 denunce, 3 segnalazioni per uso personale di stupefacenti ed elevato oltre 80 contravvenzioni al codice della strada per oltre 150 punti decurtati sulle patenti degli indisciplinati automobilisti. Nel dettaglio:

 

A Canino i carabinieri della locale stazione hanno arrestato in flagranza di reato per lesioni e detenzione di stupefacenti un 31enne del posto che durante una lite per futili motivi, riconducibili a pregressi contrasti condominiali, ha aggredito colpendolo più volte alla testa e al volto con una pinza da elettricista un inquilino del medesimo edificio di 52 anni, provocandogli lesioni giudicate guaribili in giorni 10 dai sanitari dell’ospedale di Tarquinia. Nel corso dell’intervento i militari hanno perquisito l’appartamento del giovane sequestrando 8 grammi circa di hashish, un coltello a serramanico, un martello e la pinza usata per l’aggressione. Nella mattinata di oggi il rito direttissimo davanti al Tribunale di Viterbo. Per un fatto analogo, sono stati denunciati per rissa dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Viterbo quattro uomini di età compresa tra i 34 ed i 56 anni. Nella tarda serata di ieri tra i quattro sono volati schiaffi e pugni per contrasti riferibili a questioni condominiali del palazzo dove vivono nel quartiere Santa Barbara. Tre di loro hanno riportato lesioni guaribili tra i 5 ed i 10 giorni.

 

A Gradoli un 73enne originario del senese, ma da tempo stabilitosi nel paese, è stato denunciato perché nel corso di un controllo ha dovuto ammettere ai carabinieri della locale Stazione di aver smarrito una pistola cal. 7,65 che deteneva regolarmente.

 

A Vitorchiano un 44enne del posto con precedenti di polizia, è stato arrestato dai carabinieri della locale Stazione in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Roma. L’uomo dovrà scontare in regime di detenzione domiciliare una condanna a cinque mesi di reclusione per spaccio di stupefacenti.

 

A Viterbo Un dominicano di 22 anni residente nel capoluogo è stato denunciato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia che hanno sequestrato nella sua abitazione 7 grammi di marijuana. Nel medesimo contesto, un acquirente, un 27enne di origini calabresi ma residente a Viterbo è stato segnalato all’autorità amministrativa quale assuntore di stupefacenti.

 

A Vetralla due denunce operate dai carabinieri della locale Stazione che hanno sequestrato a casa di un pregiudicato 37enne del posto 4 dosi da 4 grammi ciascuna di hashish ed un bilancino di precisione; un imprenditore 40enne, anch’egli residente nel comune ed incensurato, è stato invece segnalato all’autorità amministrativa poiché i militari gli hanno trovato in tasca un grammo di cocaina.

 

A Sutri un operaio, pluripregiudicato, di 40 anni è stato denunciato dai carabinieri della locale Stazione per detenzione a fini spaccio di sostanze stupefacenti perché nel corso di un controllo i militari hanno trovato e sequestrato all’interno della sua automobile 7 compresse di una sostanza medicinale che viene utilizzata dai tossicodipendenti in cura, detenute senza prescrizione terapeutica.

 

A Carbognano, invece, i militari della locale Stazione hanno denunciato per porto abusivo di un coltello di genere proibito un 40enne, agente assicurativo, pluripregiudicato, per aver rinvenuto e sequestrato all’interno vano portaoggetti della sua auto un coltello a serramanico. I militari erano intervenuti per un litigio verificatosi all’interno di un bar del centro.

 

Tre giovanissimi sono stati, inoltre, segnalati all’autorità amministrativa quali assuntori di stupefacenti; si tratta di un cuoco di 22 anni di Caprarola a cui i militari della locale Stazione militari hanno trovato tra i vestiti un grammo di hashish, di un personal-trainer di 24 anni segnalato dai carabinieri di Canino per la detenzione di un modico quantitativo di marijuana e di uno studente 20enne a cui i militari di Bagnoregio durante un controllo stradale hanno sequestrato un modesto quantitativo di hashish.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.