Festeggiato il 201° anniversario dell’Arma dei Carabinieri (foto)

0

VITERBO – Venerdì mattina al Comando Provinciale dei Carabinieri di Viterbo è stata celebrato il 201° anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Presenti le massime autorità provinciali, insieme ai labari delle sezioni dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo, delle Associazioni combattentistiche e d’Arma, dei gonfaloni della Provincia di Viterbo, i carabinieri si sono schierati in un Reparto di formazione rappresentativo di tutte le componenti dell’Arma presenti nella Provincia : Arma territoriale, Comandanti di Stazione, Nuclei Radiomobili, Investigativo e Operativo, Reparti Speciali e natanti.

 

Il Comandante Provinciale , Col. t.SFP Mauro Conte, dopo aver passato in rassegna con il Prefetto Dr.ssa Antonella Scolamiero lo schieramento, ha tenuto la prolusione commemorativa. L’alto ufficiale ha inizialmente rivolto il saluto ai genitori, alle vedove ai loro figli ed ai familiari dei caduti che rappresentano esempi capaci di scuotere le coscienze dei Carabinieri. Successivamente ha salutato le Autorità intervenute ringraziando loro e attraverso loro tutti i cittadini della Provincia per la vicinanza all’Arma dei Carabinieri.

 

Il Col. Conte ha ringraziato poi i militari dell’Arma del Comando Provinciale di Viterbo che con la capillare presenza, grazie alle ben 58 Stazioni, garantisce, con l’impegno e la perseveranza, la sicurezza nonché l’ordinata convivenza civile in questa meravigliosa parte del nostro Paese. Ha inoltre evidenziato il lavoro svolto dalle specialità dell’Arma dei Carabinieri presenti sul territorio come le motovedette, i tecnici dei laboratori di analisi di sostanze stupefacenti, i tecnici delle sezioni rilievi scientifici, i Nuclei Radiomobili e i Carabinieri di quartiere sempre più vicini alla gente.

 

Il Comandante Provinciale ha ribadito che il quadro internazionale e la contingente situazione economica non può che condurre i Carabinieri sulla strada di adottare tutte le precauzioni per arginare i reati predatori legati al rischio reale che fasce di soggetti economicamente più svantaggiati possano migrare verso la criminalità. Analogamente alle altre Forze di Polizia l’Arma dei Carabinieri impegna ed impegnerà notevoli energie e sforzi per investire sulla formazione dei giovani nelle scuole cercando di stimolare la crescita delle coscienze civiche ma soprattutto per accrescere in loro il giusto spirito critico verso i fenomeni di maggiore rischio generazionale quali il consumo delle droghe, l’abuso di alcol e l’imprudenza alla guida. Al termine il Colonnello Conte ha rivolto il saluto alla Rappresentanza Militare, ai Carabinieri non più in servizio, nonché alle Benemerite ed ai Volontari del Nucleo di Protezione Civile. La cerimonia se è conclusa con un vin d’onore nei giardini del Comando Provinciale.

 

[nggallery id=71]

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.