Lite con coltelli e cacciavite a San Faustino, denunciati due dominicani

0

VITERBO – Si affrontano con coltello e cacciavite ma vengono immediatamente rintracciati e denunciati dagli uomini della Polizia di Stato della Squadra Volante della Questura. L’episodio si è verificato nella tarda mattinata odierna, quando a seguito di più segnalazioni giunte al 113, i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione e Soccorso Pubblico in servizio di controllo del territorio intervenivano nei pressi del quartiere San Faustino per una lite tra due persone con in mano armi da taglio.

 

Sul luogo gli operatori della Squadra Volante individuavano un cittadino domenicano, di 41 anni, residente a Viterbo, con una lieve ferita da taglio alla testa, che veniva immediatamente soccorso da personale medico del 118 e trasportato al Pronto Soccorso dell’ospedale Belcolle, dove veniva giudicato guaribile con prognosi di giorni nove. Le immediate indagini, effettuate anche attraverso l’audizione di alcuni testimoni, consentivano agli operatori della Squadra Volante di rintracciare un suo connazionale, di 30 anni, residente nel capoluogo, quale l’altro soggetto partecipe alla lite, che presentava delle lievi escoriazioni alle dita delle mani.

 

Entrambi gli stranieri sono stati condotti presso gli Uffici della Questura e , dopo i necessari accertamenti, denunciati per lesioni personali aggravate e porto di armi od oggetti atti ad offendere non autorizzato.

 

Prosegue l’intensificazione dei servizi di vigilanza da parte dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico pianificata dal Questore di Viterbo, in modo sempre più incisivo e diffuso, finalizzata a garantire in ambito cittadino, nell’arco delle 24 ore, un continuo e capillare controllo del territorio.

 

La notte scorsa, un uomo ha rubato un autoveicolo nelle campagne di Viterbo, in zona “Bagnaccio”, ma poco dopo, con lo stesso, ha avuto un incidente stradale e lo ha lasciato semidistrutto ai bordi della carreggiata, allontanandosi a piedi.
Nella confusione, ha però abbandonato all’interno dell’auto un pacchetto di sigarette di una particolare marca.

 

E’ stato questo particolare che ha permesso i poliziotti della Squadra Volante della Questura, intervenuti sul luogo dell’incidente, di indirizzare i sospetti verso un rumeno trentenne, residente in città.

 

L’unico possibile autore del fatto, conosciuto dalla Polizia con il vizio di quelle insolite sigarette, è stato pertanto immediatamente attenzionato dai poliziotti che, supportati da ulteriori importanti riscontri, lo hanno condotto negli uffici della Questura per sentirlo in merito. L’uomo, dopo aver confessato il reato, è stato quindi denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.