Operazione Tsunami, confermato l’impianto accusatorio dei carabinieri

0

RONCIGLIONE – Il tribunale ordinario di Roma – sezione per il riesame dei provvedimenti restrittivi della libertà personale, in data 23.11.2015 esaminate le richieste di riesame riguardanti l’ordinanza emessa dal gip del tribunale di Viterbo in data 15 ottobre 2015 presentate da: CENCIONI Cristian, EISSA Mohammed, SOVIERO Luca, SOVIERO Sandro, MORETTI Matteo, CLEMENTI Alessandro, GAMBACCINI Matteo e BACIU Silvio, con la quale veniva applicata la misura degli arresti domiciliari, ritenendo solido l’impianto accusatorio confermava nella sua interezza il provvedimento impugnato, sostituendo nei confronti dei soli SOVIERO Sandro e GAMBACCINI Matteo la misura degli arresti domiciliari con l’obbligo della presentazione alla P.G. da assolversi quotidianamente festivi inclusi. SOVIERO Luca inoltre faceva pervenire al gip di Viterbo richiesta di applicazione della pena su richiesta delle parti (patteggiamento sulla pena) a seguito della quale la stessa A.G. il 23.11.2015 revocava la misura degli arresti domiciliari con contestuale remissione in libertà dell’interessato.

 

Inoltre, i Carabinieri della Stazione di Ronciglione, ieri, hanno tratto in arresto un uomo 31nne li residente in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dall’Autorità Giudiziaria della Capitale per spaccio di sostanze stupefacenti.

 

L’uomo, che era agli arresti domiciliari per un provvedimento emesso dall’Autorità Giudiziaria di Viterbo nell’ambito dell’operazione “Tsunami”, era in precedenza già colpito da un provvedimento dell’Autorità Giudiziaria Romana, che era stato comunque sospeso. Alla luce dei fatti emersi dall’operazione in questione l’A.G. capitolina ha bloccato la sospensione ed emesso l’ordine di carcerazione immediato.

 

L’arrestato, dopo le formalità di rito è stato tradotto presso la casa circondariale di Viterbo a disposizione della Magistratura.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.