Perseguita una donna da 10 anni, 79enne nei guai

0

VITERBO – Nella giornata odierna, personale della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Viterbo ha notificato a un uomo di 79 anni, viterbese, la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte offesa, emesso dal GIP di Viterbo su richiesta della locale Procura della Repubblica.

 

Il citato provvedimento scaturisce da una riservata indagine condotta dalla Squadra Mobile per il reato di atti persecutori. L’attività investigativa è iniziata la scorsa primavera, a seguito di una denuncia di una donna viterbese che da più di cinque anni subiva vessazioni, pedinamenti ossessivi e appostamenti, sia nei pressi della propria abitazione che dei luoghi abitualmente frequentati. La vittima, dapprima aveva richiesto alla Questura l’applicazione nei confronti dell’uomo del provvedimento amministrativo dell’Ammonimento, che era stato comminato nello scorso febbraio. Dal momento, però, che già dalle fasi dell’istruttoria dell’atto, l’uomo si era reso ancora protagonista di un inseguimento nei confronti della donna, pronunciando parole irripetibili e minacciandola fino a dirle “…ti ammazzo”, considerato che lo stesso era regolarmente detentore di una pistola, i poliziotti della Questura procedevano immediatamente al ritiro dell’arma e alla revoca della licenza.

 

Nonostante i suddetti due provvedimenti, la condotta vessatoria dell’uomo verso la vittima continuava nei mesi di aprile e maggio scorsi, con ripetuti tallonamenti e appostamenti, effettuati anche alla presenza di testimoni. Per tali motivi gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Viterbo raccoglievano numerosi elementi e, dopo gli opportuni riscontri, redigevano una dettagliata informativa di reato sulla base della quale è stato emesso il provvedimento restrittivo.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.