Arrestati dalla Mobile i tre rapinatori del money transfer, sconteranno i domiciliari controllati da un braccialetto elettronico (foto)

0

VITERBO – Gli agenti della squadra mobile della Questura di Viterbo hanno arrestato i tre personaggi che si presume siano gli autori di una rapina a un money transfer nel centro della città il 15 dicembre sera. Sono un viterbese di 26 anni F.S., suo cognato un afgano di 25 H.M. Il primo ad essere arrestato per la rapina è stato un 31 enne pugliese B.M.

 

La brillante operazione di servizio della polizia di stato, come ha detto il dirigente Zampaglione nel corso della conferenza stampa a cui ha presenziato anche il Questore Suraci è stata cordinata dal sostituto procuratore della repubblica D’Arma e si sta indagando su altre due rapine portate a termine nei giorni scorsi con le medesime modalità per scoprire che possano essere stati gli stessi a portarle a segno.

 

E siccome è natale il GIP Rigato ha concesso ai tre bravi ragazzi i domiciliari, nei prossimi giorni i malviventi dovrebbero ricevere in regalo il famoso braccialetto. Il terzetto, lo rammentiamo ai nostri lettori, entrò nel money transfer a volto coperto e armati di coltello da cucina e di una pistola per il momento introvabile e dopo aver immobilizzato le persone che si trovavano all’interno dell’ufficio portò via 5 mila euro in contanti. (c)

 

Foto G de Zanet arresto rapinatori (1)

 

M.B pugliese

M.B pugliese

 

M.H afgano

M.H afgano

 

S.F viterbese

S.F viterbese

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.