Rinvenuti 21 libri datati tra il 1700 ed il 1800, denunciata coppia titolare di una libreria

0

 

CARBOGNANO – I Carabinieri della Stazione di Carbognano insieme ai colleghi della Stazione di Bassano Romano e coadiuvati dai militari del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria un uomo ed una donna entrambi residenti a Valmontone per ricettazione di beni di interesse storico artistico.

La vicenda era iniziata nel marzo scorso allorchè i Carabinieri sequestrarono a Carbognano vari libri del periodo dal 1500 al 1800 ritenuti di interesse storico artistico e vasi in porcellana del periodo etrusco romano e greco. Nella circostanza fu denunciato un 38nne residente in Carbonano nelle cui abitazioni di Carbognano e Ladispoli furono rinvenuti i reparti in questione. Successivamente gli accertamenti effettuati, anche con l’ausilio del personale del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale emerse che uno dei libri rinvenuti risalente al 1746 in lingua italiana dello scrittore portoghese Jasé De San Cavetano dal titolo “Ton I-II varietas delectabilis pars I ”risultava essere stato denunciato rubato dalla biblioteca del Teresianum Ordine Religioso dei Carmelitani Scalzi di Roma Piazza di San Pancrazio.

Da allora sono partite ulteriori indagini ed accertamenti di Polizia Giudiziaria che hanno portato all’individuazione di una libreria di Roma. I militari hanno così ottenuto una perquisizione a carico di due coniugi che ne sono i proprietari. L’operazione di Polizia Giudiziaria ha permesso di rinvenire e porre sotto sequestro 21 libri datati tra il 1700 ed il 1800 sui quali gli interessati non erano in grado di dare contezza circa la provenienza e che riportavano il timbro di catalogazione di diverse biblioteche capitoline. Alla luce di ciò i volumi sono stati posti sotto sequestro e sono ora in atto gli accertamenti per verificare se risultano denunciati rubati.

IMG_8101

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.