Rubano 39 batterie per auto, arrestati in flagranza dai Carabinieri

0

 

PROVINCIA – Numerosi gli interventi posti in essere dai carabinieri in quest’ultimo fine settimana. A Sutri, tra domenica e lunedì i carabinieri della locale Stazione insieme ai colleghi del pronto intervento della Compagnia di Ronciglione hanno arrestato in flagranza di reato per furto in concorso tre cittadini romeni di 50, 37 e 20 anni, tutti domiciliati presso un campo nomadi della Capitale e con precedenti di polizia.

Controllati sulla SR 2 Cassia mentre viaggiavano a bordo di un’autovettura station vagon con targa frnacese, sono stati trovati in possesso di 39 batterie per auto che avevano razziato qualche ora prima dall’interno del piazzale di un esercizio commerciale di autoricambi di Vetralla. L’auto e la refurtiva sono state sottoposte a sequestro. Presentati al rito direttissimo nella mattinata di ieri, i tre sono stati rinviati a rito ordinario e rimessi in libertà con obbligo di dimora presso il rispettivo domicilio.

A Bolsena,  un operaio marocchino di 45 anni del posto, già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato dai carabinieri del pronto intervento della Compagnia di Montefiascone per il porto di oggetti atti ad offendere, perché durante un controllo alla circolazione stradale è stato trovato in possesso, senza giustificato motivo, di una roncola della lunghezza complessiva di 32 cm e di una pistola tipo “scacciacani” con tappo rosso, entrambe sequestrate.

A Castiglione in teverina i carabinieri della locale Stazione, a conclusione di un’attività d’indagine intrapresa a seguito della denuncia di un cittadino, hanno denunciato per truffa due donne di origine filippina di 51 e 19, entrambe residenti a Milano e con precedenti di polizia, poiché simulando l’esistenza di un negozio di abbigliamento “on line” pubblicizzato su un noto social ricevevano il pagamento elettronico di € 160,00 per la vendita di un paio di calzature mai consegnate all’acquirente.

A Orte i carabinieri della locale Stazione hanno denunciato un ventenne romano per aver ceduto un grammo di marijuana ad una studentessa 17enne studentessa, mentre un 41enne, anch’egli originario di Roma, è stato segnalato per l’uso personale di stupefacenti in quanto durante un controllo è stato trovato in possesso di 4 grammi di hashish.

A Civita Castellana un operaio edile viterbese di 38 anni, residente nel ternano, è stato denunciato dai carabinieri che lo hanno sottoposto all’accertamento etilometrico dopo che era rimasto coinvolto in un sinistro stradale con la propria autovettura trovandolo positivo con un tasso alcolemico superiore ai valori consentiti. Un pregiudicato 23enne civitonico è stato, invece, segnalato per l’uso personale di stupefacenti in quanto durante un controllo è stato trovato in possesso di uno spinello confezionato con marijuana.

A Castel Sant’Elia un operaio romeno di 37 anni residente nell’hinterland romano, è stato denunciato dai carabinieri locali dopo essere rimasto coinvolto in un sinistro stradale perché riscontato positivo all’accertamento con etilometro con tasso alcolemico superiore valori consentiti.

A Canino un giovane di ventitré anni del posto è stato denunciato dai carabinieri della Stazione locale per danneggiamento aggravato. Nella nottata del 25 giugno scorso dopo una sbornia, il ragazzo ha danneggiato senza apparenti motivi la portiera e le sponde di un autocarro in sosta e la vicina segnaletica stradale.

A Montalto di Castro un agente di commercio 40enne, romano, con precedenti di polizia, dopo aver causato un incidente stradale è stato denunciato dai carabinieri locali perché si era posto alla guida della propria autovettura con un tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti. La patente di guida gli è stata ritirata.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.