Simula rapimento per incontrare il findanzato, denunciata

0

RONCIGLIONE – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ronciglione, ieri hanno denunciato una ragazza di 19 anni di origini pakistane per simulazione di reato e procurato allarme presso l’autorità.

 

La vicenda scaturisce dalla denuncia della madre della giovane, presentata il 13 gennaio, con la quale faceva presente che, la figlia, uscita dall’abitazione per alcune commissioni in tarda mattinata, non aveva più fatto rientro inviando un messaggio alla madre con il quale chiedeva aiuto poiché sarebbe stata portata via con la forza da alcuni sconosciuti. Le immediate e serrate indagini dei Carabinieri hanno permesso di rintracciare nelle prime ore della mattinata di ieri la ragazza che si trovava in una abitazione di Anzio in compagnia di un coetaneo connazionale con cui aveva intrapreso una relazione sentimentale.

 

Alla richiesta di chiarimenti la ragazza ammetteva di aver simulato il rapimento alla madre per tenerla all’oscuro della sua relazione con il giovane di Anzio. Alla luce di ciò i militari l’hanno denunciata per simulazione di reato e procurato allarme presso l’autorità.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.