Simulavano incidenti stradali, due denunce per truffa

0

TARQUINIA – Tutto ha inizio nello scorso mese di febbraio quando un cittadino tarquiniese si è recato presso il commissariato di polizia per sporgere denuncia per tentata truffa. Nell’esporre i fatti riferiva di aver ricevuto una richiesta di risarcimento danni da parte di uno studio legale con sede a Napoli, scaturito da un incidente stradale avvenuto nel territorio partenopeo.

 

Considerato che il denunciante non si era mai recato a Napoli né tantomeno era proprietario del veicolo coinvolto nel sinistro stradale, con tutta probabilità si trattava di un tentato raggiro.

 

Le brillanti indagini poste in essere dal personale del commissariato di Polizia di Tarquinia, coordinate dal vice questore aggiunto della polizia di stato, dott.ssa Gina Cordella, hanno permesso di sventare il tentativo di truffa e di individuare i responsabili del piano illecito.

 

Si tratta di un uomo residente in provincia di Napoli, V. V. di 42 anni, che aveva stipulato una polizza Rca con una compagnia assicuratrice fornendo falsi documenti d’identità, tra cui una carta d’identità con la sua foto ma le generalità del malcapitato cittadino tarquiniese. Il piano prevedeva poi il verificarsi di un falso incidente con la complicità di una donna, R. E. di 22 anni, che avrebbe incassato i soldi derivanti dalla denuncia di sinistro stradale alla compagnia assicuratrice.

 

I due soggetti, con precedenti penali per analoghi reati, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per tentata truffa in concorso tra loro, sostituzione di persona e uso di atto falso. La Polizia di Stato invita i cittadini a collaborare con le Forze dell’Ordine segnalando fatti illeciti e raggiri dei quali sono vittime o testimoni.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.