Sorpreso alla guida di un tir con scatola nera alterata, 39enne nei guai

0

TARQUINIA – Gli agenti del Distaccamento della Polizia Stradale di Tarquinia, costantemente impegnati per garantire sicurezza sulle strade, durante un controllo sulla SS1 Aurelia hanno denunciato il conducente di un autoarticolato adibito al trasporto di merci pericolose il quale, per eludere i controlli sulla velocità e sui tempi di guida e riposo, utilizzava un dispositivo atto ad alterare le registrazione del tachigrafo digitale (la cosiddetta “scatola nera” dei TIR).

 

La pattuglia della Polizia di Stato si è da subito insospettita dalle risultanze del tachigrafo rispetto alle dichiarazione del conducente sui chilometri di strada che aveva effettuato. A questo punto veniva effettuato un controllo più accurato e gli operatori della Polizia Stradale scopriva, all’interno del vano motore, ben celato, un dispositivo composto da un magnete che era posizionato sul trasmettitore del cambio. Tale ingegnoso marchingegno faceva in modo che durante l’attività lavorativa di guida non venissero registrate la velocità, le ore di guida e quelle di riposo.

 

Al conducente del TIR, un 39enne della provincia di Bari, è stata ritirata la patente di guida, sequestrato il magnete, applicata una sanzione di Euro 1.696,00, con relativa segnalazione all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 437 del Codice Penale. Tale operazione rientra nei controlli specializzati nell’ambito del trasporto commerciale di cose e persone, messi in atto dalla Polizia Stradale, ininterrottamente impegnata per contrastare il fenomeno dell’illegalità, della concorrenza sleale, sempre più presente in questo settore, anche al fine di continuare a garantire la sicurezza nelle nostre strade.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.