Spaccio di droga, arrestato pusher romeno

0

FABRICA DI ROMA – I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Viterbo, hanno tratto in arresto un venticinquenne romeno, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

 

In particolare durante la serata di ieri, 28 dicembre, i militari impiegati in specifici servizi di volti a contrastare lo smercio e il consumo di droghe, soprattutto tra i giovani, in Fabrica di Roma, effettuavano un’attività di pedinamento nei confronti di alcuni minorenni che di frequente si recavano presso un’abitazione di quel Centro. Veniva quindi fermato e sottoposto a controllo uno dei minorenni che si allontanava a bordo di uno scooter, lo stesso veniva trovato in possesso di vari grammi di marijuana. Successivamente i Carabinieri, decidevano quindi di procedere al controllo della predetta abitazione, nella disponibilità di un giovane romeno, già con precedenti per droga. Durante la perquisizione dell’abitazione, venivano rinvenuti circa 50 grammi di hashish ed ulteriori 65 grammi di marijuana, unitamente a materiale vario per la pesatura ed il confezionamento.

 

Per il romeno è scattato l’arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti con l’aggravante della cessione in favore di minorenni.

 

Il minorenne veniva segnalato al competente ufficio territoriale del Governo e affidato ai genitori.

 

Nella mattinata odierna l’arrestato veniva condotto in udienza presso il Tribunale di Viterbo, ove l’arresto veniva convalidato e veniva disposta la misura degli arresti domiciliari a carico del fermato.

 

La predetta operazione di polizia è solo l’ultima di una lunga serie di attività preventive e repressive poste in essere dal Comando Provinciale Carabinieri di Viterbo per scongiurare il diffondersi del consumo di droga, in particolare tra i giovani, problematica particolarmente sentita nella Tuscia ed a cui costantemente e quotidianamente i militari dell’Arma cercano di dare adeguata risposta.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.