Truffe, ricettazione e furti: denunciati in otto

0

VITERBO – Quattro distinte attività degli uomini della Polizia di Stato della Squadra Mobile – Sezione Reati contro il Patrimonio, hanno portato alla denuncia di ben otto persone, per reati che vanno dalla truffa, alla ricettazione ed al furto aggravato. In particolare quattro soggetti di provenienza romana hanno posto in essere una raffinata truffa ai danni di un commerciante di Viterbo: ordinato il materiale edile e fatto consegnare in una zona specifica, lo caricano su altri mezzi ma lo pagano con assegni non coperti da provvista. Gli uomini della Squadra Mobile li scoprono, li rintracciano e li denunciano per truffa in concorso.

 

In una frazione del Capoluogo, invece, due soggetti sono stati denunciati per sottrazione indebita di gas dalla rete centrale. I due, infatti, avevano contraffatto le tubazioni del metano collocandovi un congegno che consentiva loro di approvvigionare di gas le loro due abitazioni. L’intensa attività della Sezione Reati contro il Patrimonio della Squadra Mobile consentiva di individuare i due, che sono stati denunciati per furto aggravato. A seguito di una denuncia di furto di un telefonino, poi, la Polizia di Stato metteva in atto capillari ricerche anche facendo uso di apparecchiature tecnologiche riuscendo ad individuare l’attuale possessore, una donna, denunciata per ricettazione.

 

Infine, dopo aver subito ripetuti furti, un negoziante della Provincia, installava nel suo negozio alcune telecamere: dalla visione dei filmati, gli uomini della Squadra Mobile riuscivano ad individuare l’autore delle continue e ripetute sottrazioni dei generi alimentari che veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.