OnTuscia.it

Il quotidiano della Tuscia       DIRE
 
 

Corchiano, successo per “Voci e suoni per la legalità”

In: Cultura, Primopiano 2

23 luglio 2012 - 17:27


corchianoperfetta200

CORCHIANO – (m) A dare il via alla serata dal titolo “Voci e suoni per la legalità” a Corchiano (VT) sono state la fisarmonica di Eduarda Ìscaro e la voce di Norma Martelli che ha letto una poesia di Ungaretti. Una serata in memoria di Paolo Borsellino, e non solo, nel ventennale della morte, come ha esordito, quasi gridando, don Luigi Ciotti: «Non ricordiamo solo Paolo Borsellino ma anche coloro che componevano la sua scorta. Una volta una mamma mi chiese perché non veniva mai fatto il nome di suo figlio nelle commemorazioni. Il nome è importante per i familiari: è la persona stessa».

 

Don Ciotti ha poi proseguito il suo intervento parlando della nascita dell’Associazione Libera, da lui fondata, della legge 109/96 che consente di assegnare a cooperative i beni confiscati alla mafia. L’intervento di don Ciotti, commosso, che poi ha toccato altri argomenti, è stato molto intenso e coinvolgente.

 

Sul palco si sono avvicendati l’on. Fabio Granata, vicepresidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali, Franco Roberti, Procuratore Capo della Repubblica di Salerno, Gianfranco Donadio, procuratore aggiunto della Direzione nazionale antimafia. Tutti hanno risposto alle domande di Attilio Bolzoni, giornalista del quotidiano La Repubblica, uno dei maggiori esperti di mafia. Sullo schermo le immagini del giudice Paolo Borsellino durante la cerimonia di laurea, in famiglia, con Giovanni Falcone, in bicicletta.

 

E poi i filmati dell’attentato e dei funerali. Intanto sul palco i procuratori parlano delle indagini, degli equilibri e del modo di agire della mafia. L’on. Fabio Granata ha parlato anche dei rapporti di amicizia con Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, della loro vita. Ma non si è discusso solo di questo: sul palco si sono avvicendati dei rappresentanti, per il nord, il centro e il sud, dei Sindaci dell’Associazione comuni virtuosi: Vincenzo Cènname, sindaco di Camignano, Bèngasi Battisti, sindaco di Corchiano e Dario Ciapetti, sindaco di Berlingo, intervistati da Arnaldo Sassi.

 

Inoltre gli interventi di Corrado Oddi, del Forum italiano dei movimenti per l’acqua pubblica, Stefano Dell’Anna, dell’Aiab, Associazione italiana per l’agricoltura biologica, l’assessore alla cultura e all’ambiente del comune di Corchiano Livio Martini. In prima fila, con i procuratori, la giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Viterbo Franca Marinelli, e Vittorio Santoro, giudice al tribunale di Salerno. Erano presente anche la presidente del Wwf Lazio Vanessa Ranieri e il giornalista di Rai News Maurizio Torrealta.

 

La serata è stata realizzata in collaborazione con Libera, l’Associazione Comuni virtuosi e l’Ucsi Lazio. Rai news è stata media partner dell’iniziativa. Gli intervento sono stati intercalati da importanti momenti artistici con Eduarda Ìscaro, Norma Martelli e Angela Pagano che ha cantato la canzone Il faro, dedicandola a don Ciotti. «Un omaggio del maestro Nicola Piovani, Eduarda Ìscaro, Angela Pagano e mio, perché lei per noi è un faro», ha detto Norma Martelli. A fine serata gli applausi sono stati per Francesco Zampaglione, ex Tiromancino, che ha eseguito alcuni brani del suo ultimo cd dal titolo Un uomo E…, e Filippo Gatti, fondatore del gruppo rock Elettrojoyce.


Realizzazione sito