Bandi Mestieri e Occupabilità della Regione Lazio, ok ai progetti di CNA Sostenibile per percorsi di formazione nella lavorazione del ferro e di qualifica nel settore della green economy

0

 

VITERBO – Una “maratona” formativa di 600 ore per ottenere la qualifica di “digital designer e maker del ferro” ed una di 350 ore per l’attestato di “progettazione digitale e prototipazione di prodotti in ferro”, più due percorsi altrettanto impegnativi, ciascuno di 530 ore, per l’acquisizione della qualifica di “tecnico dei giardini” (traduzione da “urban green expert”) in un caso e di “esperto di interventi energetici sostenibili a livello territoriale” (“sustainable energy expert”) nell’altro.

E’ l’offerta che CNA Sostenibile, società accreditata per la formazione, può rivolgere, complessivamente, a 52 disoccupati/inoccupati, avendo superato, unico soggetto nella Tuscia, l’esame della commissione della Regione Lazio che ha valutato i progetti presentati con riferimento ai bandi “Mestieri” e “Interventi di sostegno alla qualificazione e all’occupabilità delle risorse umane”.

“E’ stata premiata una progettazione vera, costruita nel confronto con le imprese e con partner qualificati. Per raggiungere degli obiettivi, dunque perché la formazione abbia una ricaduta positiva, non si può che partire dall’esperienza e dalle conoscenze di chi opera già nel settore in cui si intende intervenire. Ed è ciò che abbiamo fatto, con l’evidente vantaggio di poter contare su un rapporto consolidato con gli imprenditori e sulle professionalità delle diverse articolazioni del sistema CNA”, afferma Luana Melaragni (foto), responsabile di CNA Sostenibile.

“Digital designers & makers del ferro”, è il titolo del progetto (finanziato con 191mila euro) con il quale CNA Sostenibile ha partecipato al bando finalizzato alla valorizzazione delle imprese artigiane e al recupero dei mestieri tradizionali del Lazio. All’attività formativa per giovani e adulti disoccupati o inoccupati, per lo sviluppo di abilità e competenze lungo l’intero processo di lavorazione del ferro, dalle tecniche “classiche” alle innovazioni introdotte dall’artigianato digitale e dal design, si affianca quella rivolta agli imprenditori, che si svolgerà all’interno dei laboratori, per favorire le conoscenze in tema di progettazione, prototipazione e realizzazione di prodotti di design. Innovazione nella tradizione, non è solo uno slogan. Le stesse botteghe ospiteranno, per un periodo di stage, i partecipanti al progetto, che alla fine del percorso fruiranno di una consulenza individualizzata per l’inserimento professionale e la creazione d’impresa.

“Dall’orientamento iniziale sino all’uscita verso il lavoro -sottolinea Melaragni- garantiremo un tutoraggio costante”. A coordinare tutte le fasi di accompagnamento, saranno Rachele Belloni, Raffaela Romanelli e Mauro Piermartini, dell’Area Formazione di CNA Sostenibile.

Un peso importante, lo avranno i partner -l’Istituto Tecnico Tecnologico “Leonardo da Vinci” di Viterbo, Upav Servizi, CNA Artistico e CNA Produzione- e gli esperti in design e fabbricazione digitale che saranno coinvolti nella progettazione esecutiva, come alcuni dei docenti e consulenti del FabLab Lazio.

Anche il progetto “Smart cities & urban green”, ammesso (per un importo di circa 184mila euro) ai finanziamenti dell’avviso mirato alla qualificazione/riqualificazione dei cittadini che vivono una situazione di marginalità nel mercato del lavoro, ha una delle carte vincenti in un partenariato che assicurerà un apporto specialistico altamente qualificato: ancora l’Istituto “Leonardo da Vinci”, importanti realtà agricole del terzo settore quali la Cooperativa Sociale Alice e Fattorie Solidali, Comuni e imprese, in particolare Sea Tuscia, spin-off della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi della Tuscia, operante nel settore delle energie rinnovabili e della pianificazione territoriale con la missione del trasferimento tecnologico tra Università e impresa.

“Le azioni proposte nascono dall’analisi dei fabbisogni formativi e professionali in un settore con prospettive di crescita, anche per i profondi cambiamenti sul piano legislativo -osserva la responsabile di CNA Sostenibile-. Si pensi al Collegato Ambientale in vigore dal febbraio di quest’anno”.

C’è ovviamente soddisfazione, nel sistema CNA, per il risultato raggiunto. Un dato: riguardo al bando “Mestieri”, sono risultati ammessi e finanziati solo 28 progetti sui 135 presentati (20 per cento); nell’altro caso, 43 su 344 (12,5 per cento).

Si partirà a settembre con le attività di informazione sui percorsi previsti e con i bandi per la selezione degli allievi (la partecipazione sarà gratuita).

Info: CNA Sostenibile, 0761.1768301. Siti internet: www.cnasostenibile.it, www.cnaviterbocivitavecchia.it.

CNA Sostenibile Area Formazione - Da sinistra, Romanelli, Piermartini, Belloni.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.