Coldiretti: stand di Epaca in piazza del Plebiscito

0

VITERBO – Coldiretti Viterbo comunica con piacere che, tra gli stand che animeranno quest’anno le piazze viterbesi durante la manifestazione culturale estiva, avrà il suo posto d’onore quello dell’Epaca, nel quale ci sarà il Responsabile Provinciale, Nicola Chiumiento, ad accogliere passanti e visitatori che potranno informarsi e porre domande riguardo al welfare e al ruolo svolto dal patronato. In questi tempi si sente parlare spesso del welfare, in quanto è continuamente soggetto a tagli e lo conferma il punto di vista di Nicola Chiumiento che afferma: “stiamo attraversando una fase recessiva, che purtroppo influenza negativamente i servizi che lo Stato ci ha abituato a ricevere. Un danno per tutti. Nel pessimismo generale che dilaga, voglio però sottolineare che lo Stato continua a garantire risorse a coloro che ne necessitano, che, tramite l’Epaca possono ricevere gratuitamente assistenza per il conseguimento delle prestazioni previste”.

 

L’Epaca, promosso da Coldiretti, infatti, è la maggiore associazione di rappresentanza e assistenza dell’agricoltura italiana, un ente di Patronato che concorre ad assicurare a tutti i cittadini i diritti sanciti dalla Costituzione e dall’Ordinamento in materia di previdenza e assistenza sociale, in altre parole è un organismo di diritto privato che è chiamato ad erogare servizi di pubblico interesse. Ecco alcuni numeri dell’Epaca: è il 4° patronato d’Italia per servizi resi verso l’INPS e il 1° per servizi resi verso l’INAIL; a livello nazionale conta 620 uffici zona e 849 operatori specializzati; collabora con 202 Avvocati e 189 Medici-Legali. Questi numeri confermano la nostra professionalità e la nostra attenzione nei confronti della tutela dei cittadini. I servizi offerti, principalmente si dividono in due grandi categorie: quelli che riguardano Pensioni e Previdenza (Pensioni di vecchiaia, anzianità, inabilità, reversibilità e sociale, Opzioni al sistema contributive, Pensioni Privilegiate, Supplementi di pensione e ricostituzioni, contributive e reddituali, Prosecuzione volontaria) e quelli che riguardano Infortuni e Malattie Professionali (Infortuni in itinere -durante il normale percorso di andata e ritorno dalla casa di abitazione al luogo di lavoro; Riconoscimento danno biologico, Revisioni rendite, Rendite ai superstiti). Aggiunge ancora Chiumiento: “Vorrei invitare a porre particolare attenzione alle patologie riconosciute come malattie professionali, in quanto molti lavoratori non sanno di poter accedere ai benefici previsti dalla legge. In particolare mi sto riferendo a malattie quali: ernie e protusioni discali della colonna lombo sacrale, ipoacusia da rumore, patologie delle spalle, sindrome del tunnel carpale (s.t.c.), broncopneumopatie (bpco), allergie a livello polmonare (asma e alveoliti allergiche), dermatiti ed allergie cutanee, patologie del ginocchio”.

 

Chiumiento conferma che non siamo ancora in un clima di previsioni ottimistiche, tuttavia, proprio a causa dello sviluppo di esigenze diverse, nuovi servizi si sono aggiunti, come quelli per l’immigrazione (Pratiche per immigrazione; Regolarizzazioni; Permessi di soggiorno; Ricongiungimenti familiari). Inoltre, è sempre Chiumiento a riportare l’attenzione sui servizi che vengono erogati alle persone svantaggiate, portatori di handicap e protezione sociale (riconoscimento provvidenze agli invalidi civili, sordomuti, ciechi civili; Indennità di accompagnamento, Indennità di frequenza). Conclude il Responsabile provinciale: “Purtroppo il trend di crescita appare ancora debole. Per uscire dalla situazione attuale la presenza del welfare è fondamentale e sempre più importante; difficile, è trovare i fondi necessari per aumentare i finanziamenti. Un’idea sarebbe eliminare gli sprechi che quotidianamente tolgono risorse ai più deboli”. Infine un pensiero di Nicola Chiumiento va alla prematura e recente scomparsa di Gianni Lisi, dell’area direzione centrale dell’Epaca, una figura importante nel panorama di Coldiretti in cui è entrato nel 1987 e cresciuto con impegno, che rimane ora da esempio per tutti e a futura memoria.

 

LE SEDI EPACA A VITERBO:
VITERBO – Viale F. Baracca, 81 Tel. 0761/2522215 Fax 0761/270226
ACQUAPENDENTE – Via Campo Boario, 53 Tel. 0763/733222
MONTEFIASCONE – Via Grilli, 2 Tel. 0761/826233
TARQUINIA – Via Le rose, 16 Tel. 0766/850044
VETRALLA – Via Cassia, 109 Tel. 0761/478049
VIGNANELLO – Piazza A. Proietti, 7 Tel 0761/754829
CAPRAROLA – Via F. Nicolai, 1 Tel 0761/645164
TUSCANIA – Via F. Turriozzi, 33 Tel 0761/436273
CIVITA CASTELLANA – Via 4 Giornate di Napoli, 38 Tel 0761/517108

 

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.