“Concerto”, una rete d’impresa per la promozione dell’olio della Tuscia

0

Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Come insegnano le realtà imprenditoriali del nord Italia, per poter competere ad alti livelli è sempre più necessario mettere in atto degli efficienti strumenti di rete.

 

Una consapevolezza, questa, fatta propria anche dalle storiche aziende produttrici di olio evo della nostra provincia, che ha portato, sotto l’egida della Camera di Commercio di Viterbo, alla creazione della rete d’impresa “Concerto”. Fondatrici di questa nuova realtà, l’Azienda agricola Cerrosughero di Laura De Parri di Canino, il Frantoio Antica Tuscia di Andrea Battaglini di Bolsena, la Società agricola Colli Etruschi soc. cooperativa di Blera, l’Azienda agricola Alessandra Boselli di Bassano in Teverina e l’Azienda agricola Gisella ed Elena Ascenzi di Viterbo.

 

L’idea è quella di commercializzare sotto un’unica etichetta originale le produzioni di alta qualità provenienti dalle diverse aziende, realizzando tre tipologie di prodotto: altissima qualità, biologico e alta qualità.

 

“Questa nuova rete – spiega il presidente della Camera di Commercio di Viterbo, Domenico Merlani – favorirà sicuramente la competitività delle nostre imprese. Il nostro intento è quello di dare risalto a questo strumento, che rappresenta a mio avviso un esempio concreto di sinergia finalizzata alla valorizzazione di una delle nostre eccellenze territoriali, ovvero, l’olio. Le imprese che vi partecipano, non a caso, fanno tutte parte del marchio Tuscia Viterbese. Auspico pertanto che a questa iniziativa ne possano seguire altre, ugualmemnte capaci di coinvolgere ulteriori eccellenze della nostra provincia”.

 

Soddisfatta dei primi risultati ottenuti si è detta anche Barbara Bartolacci, manager di Rete Concerto: “Solidarietà e collaborazione – afferma – sono principi che da sempre muovono il mondo agricolo e che ritroviamo a pieno titolo nella nostra rete d’impresa. Attraverso l’unione di aziende storiche del nostro territorio, abbiamo voluto dar vita a un’avventura nata da una lunga serie di confronti, da cui è scaturita l’unanime necessità di trovare nuovi strumenti finalizzati ad affrontare mercati di più vasta scala in maniera maggiormente competitiva. Il risultato è la creazione di questa nuova rete, attraverso la quale avremo la possibilità di far conoscere il nostro olio in maniera più ampia, veicolandolo nel contempo in maniera diversa”.

 

Un’idea studiata e articolata nei minimi dettagli, dunque, che ha potuto contare sul prezioso lavoro di raccordo fornito dallo sportello Reti d’impresa dell’Ente camerale: “Quest’oggi – sottolinea la responsabile Daniela Camera – celebriamo non solo la nascita di questa creatura, ma anche l’inizio di un cammino favorito dall’apporto della Camera di Commercio di Viterbo e dal lavoro svolto dall’attività dello sportello Reti d’impresa, a cui nel corso degli anni si sono avvicinate sempre più realtà imprenditoriali della nostra provincia”.

 

La scommessa è dunque lanciata e l’avventura è finalmente pronta a partire; per conoscere invece il nome dell’olio, l’etichetta e il packaging che caratterizzeranno la rete, l’appuntamento è fissato per prossimo 26 giugno nell’ambito dello Slow Food Village, manifestazione dedicata alle eccellenze enogastronomiche del territorio.

 

I componenti della rete Concerto

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.