“Finalmente un primo segnale in favore della castanicoltura”

0

VALLERANO – “Ringraziamo il Ministro Martina per quanto si è prodigato in favore della castanicoltura, anche perché è la prima volta che viene posto in essere un provvedimento che riteniamo abbia dato un segnale di attenzione verso una coltura che da secoli beneficia in tutti i modi le popolazioni dove è presente.

 

La Vallecimina ha tenuto caldo il tema dei risarcimenti ai castanicoltori coinvolgendo, in oltre un decennio, Ministeri, Uffici, Autorità Giudiziaria, piazze con manifesti, locandine, articoli sui giornali, pubbliche assemblee, monitoraggi sul campo e altro, quali:

 

la partecipazione attiva al “TAVOLO DEL CASTAGNO”, come risulta dai verbali delle relative sedute;
l’ acquisto in proprio di decine di lanci di Torymus Sinensis non appena ha avuto fine il “monopolio” dell’Università di Torino e quindi la possibilità di comprarlo sul libero mercato;

 

il controllo dell’attecchimento sul campo, ripetuto negli anni, con la garanzia della Facoltà di Agraria dell’Università di Perugia. Il ripetuto interessamento dei due rami del Parlamento italiano (due del Senato – sen. Laura Allegrini – e due della Camera) che, purtroppo, hanno generato soltanto il non produttivo “IMPEGNA IL GOVERNO”. Ma ogni governo di turno non si è mai impegnato.

 

E ancora l’interessamento del Parlamento Europeo (On. Roberta Angelilli). Stiamo portando avanti l’acquisizione dei contributi PAC per la castanicoltura. Gli odierni “ringraziatori” , e non, nessuno escluso, che cosa possono pubblicizzare se non il loro NIENTE?”

 

Roberto Colla
Presidente Associazione Castanicoltori Vallecimina

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.