Il forex trading online: è davvero una truffa?

0

 

 

VITERBO – Alcune settimane fa è andato in onda un servizio in TV che mostrava come il forex trading online sia esclusivamente una truffa; a tal merito arriva il chiarimento di meteofinanza.com sul servizio delle Iene, che chiarisce come il forex possa essere una vera e propria opportunità di guadagno aperta a tutti, facendo però una serie di distinguo.

Le leggende metropolitane
Sempre più persone anche in Italia si dedicano al trading online, nel forex o con le opzioni binarie. Molti siti pubblicizzano la possibilità di fare soldi con il trading online dedicandovi pochissimo tempo, come se fosse una cosa automatica. La domanda sorge spontanea: se nel forex trading online si fanno così tanti soldi, perché non lo fanno tutti? Ad esempio, chi gestisce il broker, perché continua a farlo invece di dedicarsi lui stesso al trading online? In effetti il trading online permette di guadagnare e anche tanto, per poterlo fare però è necessario spendere una buona dose di tempo, mantenersi informati sull’andamento dei mercati, effettuare delle analisi tecniche delle quotazioni, e così via. Si tratta di un vero e proprio lavoro: per guadagnare grandi quantità di soldi è importante impiegare una buona quantità di ore ogni giorno. Se si hanno solo 2-3 ore di tempo libero si può guadagnare lo stesso, ma sicuramente cifre che non si avvicinano neppure lontanamente ad uno stipendio.

Lascio il lavoro e mi dedico al forex
In internet si legge di persone che guadagnano fino a 500 euro al giorno grazie al trading online; effettivamente questi personaggi esistono veramente, ma in genere si tratta di persone particolarmente abili nel trading, o anche dotate di una buona dose di fortuna, che hanno saputo cogliere al volo le migliori opportunità e gli affari più redditizi. Per il comune mortale i guadagni con il forex possono arrivare ad essere interessanti, anche se conviene evitare di lasciare un lavoro sicuro, per dedicarsi al trading online. Fare trading in modo redditizio è un vero e proprio lavoro a tempo pieno, che spesso necessita di fare anche i cosiddetti straordinari, aprendo affari nel cuore della notte o evitando di uscire in alcuni periodi dell’anno. Se si ha un buon lavoro, con uno stipendio interessante e alcune garanzie, come le ferie pagate ad esempio, conviene evitare di abbandonarlo per dedicarsi al forex trading online.
I broker sono tutti dei truffatori
Per molte persone è chiaro che i broker disponibili online siano gestiti da truffatori professionisti, che guadagnano direttamente dai soldi che ogni utente versa sul proprio conto. Nella realtà i broker guadagnano direttamente dalle operazioni effettuate da ogni singolo cliente, per questo motivo più una persona fa affari e si mantiene attiva, e più il broker guadagna. Risulta quindi chiaro che per un broker onesto è importante che i suoi clienti continuino a fare trading online, altrimenti perde la sua fonte di reddito principale. Per questo motivo moltissimi siti propongono numerosi tutorial, corsi e guide, che insegnano anche al neofita come fare trading online in modo redditizio. Molte delle guide sul trading più complete ed interessanti presenti online sono proprio quelle dei siti di brokeraggio.

Le truffe online
Purtroppo quando si tratta di soldi è sempre presente il rischio di essere raggirati da truffatori di vario tipo, soprattutto online. È quindi reale il fatto che nel mondo del trading online esistano anche dei truffaldini, pronti a raggirare i nuovi trader, in modo da spillargli quanti più soldi possibile. Fortunatamente in Europa esiste una chiara regolamentazione dei broker. Per avere la certezza che il broker a cui ci rivolgiamo sia effettivamente una società seria e responsabile, e non si tratti di una truffa, dobbiamo verificare che possieda l’autorizzazione da parte di un organismo di controllo, come ad esempio la Consob. I broker con questo tipo di autorizzazioni sono sicuri; online però ci sono moltissimi broker privi di alcun tipo di certificato di controllo, e tipicamente sono quelli con le pubblicità più intriganti. Come avviene anche in molti altri ambiti siamo noi, nella nostra veste di consumatori, che ci dobbiamo preoccupare di verificare che il broker a cui ci stiamo rivolgendo sia in regola con le disposizioni di legge. Se siamo attirati da una proposta di bonus in denaro o da una pubblicità ingannevole, con buona probabilità saremo vittime di una truffa, e ci metteremo nelle mani di un broker che ha l’unico interesse di farci depositare sul conto quanti più euro possibili.
Informarsi online
Per chi comincia oggi a fare trading online sono disponibili moltissime risorse, che gli permettono di trovare il broker più adatto alle sue esigenze e di imparare le principali tecniche che riguardano questo tipo di attività. Sono tantissimi infatti i siti totalmente dedicati al trading online, alle opzioni binarie, al forex e a tutti i risvolti che riguardano questo tipo di attività. Alcuni siti propongono una classifica riassuntiva dei principali broker disponibili in Italia, con pregi e difetti.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.